Con Omar Falvo e Daniele Russo una passeggiata tra storia e natura alla scoperta del fiume Savuto

castagne 2OMAR Falvo e Daniele Russo (nella foto) ci conducono in una straordinaria passeggiata nelle meraviglie della natura. Un percorso magico e dai contorni fiabeschi che ci proietta nella storia degli Antichi Romani. Nei giorni scorsi i due giovani appassionati della montagna hanno risalito il fiume Savuto, sulle tracce della vecchia civiltà. Il fiume Savuto, da sempre di estrema importanza e anticamente utilizzato per il trasporto del legname che dalla Sila veniva portato a Valle, legname utilizzato per la costruzione delle Navi durante le spedizioni militari. L’avventura della risalita è iniziata dal Ponte delle Fratte XVI° Secolo (rifacimento di una struttura preesistente di origine romana), un viaggio nella storia dove il tempo pare non sia trascorso. I due giovani hanno continuato la spedizione tra mille difficoltà utilizzando quel che resta degli antichi sentieri e, dopo svariati chilometri nei dintorni del fiume, sono arrivati al Ponte di Tavoleria nei pressi delle bellissime Cascate del Cannavino che grazie ai 15 metri di altezza creano una magica suggestione e una vetrina dalla bellezza indiscussa. Il Ponte di Tavoleria posizionato anch’esso sul fiume Savuto e risalente al XVI° secolo è stato di estrema importanza per il passaggio di merci e militari. Giunti sul posto i due avventurieri hanno ammirato le bellezze della natura incontaminata. Poi hanno continuato il viaggio alla volta delle castagne secolari, nel territorio del Comune di Marzi: alberi maestosi e unici. Grazie alla gentilezza di Michele Amato hanno ammirato la bellezza di questi straordinari esemplari che vegliano da secoli come sentinelle i boschi di Piano Semente e Orsara (frazioni del Comune di Marzi). Un tempo indispensabili per i contadini della zona, dei cinquecento ettari di castagneto oggi ne restano pochi esemplari. Falvo e Russo nei prossimi giorni porteranno avanti altri viaggi nelle bellezze della natura e presto li ritroveremo sulla nostra pagina con nuove e bellissime foto. Un modo, hanno riferito i due appassionati, per accendere i riflettori sulle bellezze e sulla storia del Savuto.

O. F.

Data: 05 giugno 2015.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com