Rogliano. Medicina del territorio, il Comitato per la difesa del Savuto incontra i vertici dell’Asp di Cosenza

Cs. Incontro all'aspIL COMITATO per la difesa del Savuto ha chiesto e ottenuto un incontro con i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale per un confronto sulla situazione del personale operante nel Centro di Salute Mentale del Distretto di Rogliano. La riunione (nella foto) si è tenuta presso la sede dell’Asp di Cosenza alla presenza del commissario straordinario Gianfranco Filippelli, del direttore generale Aristide Filippo, del direttore del CSM roglianese, Domenico Buccomino, e di un gruppo di rappresentanti del comitato di cittadini guidato da Massimiliano Crimi. Un faccia a faccia definito “cordiale e proficuo” durante il quale i presenti hanno avuto modo di discutere sullo stato dei servizi connessi alla medicina territoriale, in particolare sugli aspetti organizzativi e logistici in rapporto alle attese della popolazione. Tra le altre cose il Comitato ha ribadito lo stato di difficoltà legato alle infrastrutture che continua a penalizzare i residenti delle comunità periferiche, ma anche i tempi di attesa rispetto alle richieste di prestazioni e la paventata riduzione di personale presso lo stesso ex CIM. Una serie di problematiche sulle quali i dirigenti dell’Asp hanno garantito la propria disponibilità per la ricerca di soluzioni adeguate. “Sono convinto – ha detto Crimi – che le istanze che il Comitato ha esposto al commissario straordinario e al direttore Buccomino troveranno la giusta attenzione, senza mai dimenticare un territorio come quello del Savuto che trova nell’Azienda Sanitaria Provinciale servizi essenziali con la struttura del Distretto di Rogliano”. “Il momento di gravi difficoltà economiche e sociali che la Calabria sta vivendo – ha aggiunto il portavoce del Comitato – è ancora più evidente quando ci si confronta con le storie problematiche di famiglie e pazienti”: “Ecco perché – ha concluso Crimi – anche la politica deve fare in modo di produrre nuove energie a sostegno della Sanità pubblica evitando di dimenticare i territori”.

Gaspare Stumpo

Data: 26 giugno 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com