Sylvie Bochet: “la mia vita fatta di cose semplici e gesti spontanei” *

* di Omar FALVO 

DonnavventuraOGGI ospite  di savutoweb è la giovane ragazza valdostana Sylvie Bochet (nella foto), in concorso per il prossimo programma Mediaset “Donnavventura”. Cerchiamo di conoscerla meglio.

– Come e dove nasce la sua passione per l’avventura?

Sylvie: fin da piccola, quando prendevo da casa qualcosa da bere e andavo con mia sorella e nostra cugina nei prati un po’ più distanti da casa. Li ci arrampicavamo sugli alberi e fingevamo di dover sopravvivere con quello che ci offriva la natura.

– Si descriva con un aggettivo.

Sylvie: semplice. Sono una persona che ama le piccole cose, i gesti semplici e quindi anche spontanei.

– Cos’è per lei l’avventura? Ci racconti un aneddoto.

Sylvie: l’avventura è fare qualcosa fuori dall’ordinario. Mi viene in mente la più recente; sono stata qualche giorno per lavoro in fiera a Milano dove ho conosciuto dei francesi, anch’essi lì per lo stesso motivo. Finita la fiera mi dissero che sarebbero stati ancora qualche giorno a Milano in un’ altra fiera e con grande dispiacere ci salutammo senza scambiarci i numeri di telefono. Pochi giorni dopo, presa da un po’ di nostalgia dei giorni passati, decisi di tornare a Milano per rivederli. Mi accolsero con grande stupore e passammo insieme un’ultima piacevole giornata!

– Progetti futuri?

Sylvie: per ora non ho molti progetti, ma sicuramente in futuro mi piacerebbe avere una famiglia e una modesta casetta in campagna dove poter coltivare l’orto e far crescere i miei figli in un ambiente simile a quello dove sono cresciuta io.

– Grazie. E buon lavoro.

Data: 07 luglio 2015.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com