Nuova giunta regionale calabrese, per parlamentari M5s “netto sbilanciamento politico nei rapporti di forza tra Roma e il territorio”

Dalila NESCI (m5s) ts«IL PARTO della nuova giunta della Calabria dimostra che il governatore Oliverio e la sua maggioranza sono commissariati dal Pd nazionale, intervenuto d’imperio e a scoppio ritardato». Lo dichiarano in un comunicato congiunto i parlamentari M5s calabresi Dalila Nesci (nella foto), Nicola Morra, Paolo Parentela, Federica Dieni e Laura Ferrara. «Sul piano politico – commentano i parlamentari M5s – Oliverio ne esce cucinato. È ormai un ricordo lontano il suo trionfo alle primarie con la vecchia guardia del Pd calabrese, dagli Adamo-Bruno Bossio ai De Gaetano. Oliverio avrebbe fatto prima a lasciare, riconoscendo d’aver sbagliato tutto». «La nuova giunta calabrese parte – proseguono i parlamentari M5s – con un netto sbilanciamento politico nei rapporti di forza tra Roma e il territorio. Questo complica il futuro, dato che la Calabria è rimasta ferma per otto mesi, senza alcun intervento nel contrasto della collusione, nelle emergenze lavoro, sanità, trasporti, dissesto idrogeologico, rifiuti e inquinamento ambientale». «La particolare situazione politica venutasi a creare – incalzano i parlamentari M5s – aumenterà la consapevolezza che la partitocrazia è il primo male della Calabria, in cui i poli tradizionali hanno agito allo stesso modo, senza pulizia, senza coraggio e senza perseguire il bene comune». «È soltanto una questione di tempo. Accettando di essere commissariato, Oliverio ha rimandato di poco il suo pensionamento politico, di cui non è ancora cosciente».

Data: 09 luglio 2015.

Fonte: parlamentari M5s Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com