Rogliano, Santo Stumpo è il nuovo presidente del Centro Sociale. L’assemblea dei soci ha rinnovato l’organigramma

Rogliano, il Centro Sociale ts1E’ TRA LE realtà più longeve dell’associazionismo cittadino. I sui obiettivi sono l’aggregazione e la promozione di attività destinate alla crescita civile e culturale della Comunità, nonché l’implementazione di servizi e la valorizzazione della montagna. Il Centro Sociale di Rogliano ha rinnovato le cariche direttive e si appresta ad arricchire il calendario di iniziative rivolto al coinvolgimento dei soci così come evidenziato dal neo presidente Santo Stumpo. Quest’ultimo, per la gestione e programmazione del sodalizio sarà affiancato da Vincenzo Nicoletti (vice presidente), Onorato Angelo Sicilia (segretario), Roberto Nicoletti (cassiere), Giuseppina Stumpo, Giuseppe Gabrieli e Vincenzo Stumpo, così come deciso dall’Assemblea degli iscritti. “Siamo soddisfatti e motivati – ha spiegato il responsabile. Abbiamo intenzione, infatti, di continuare a favorire attività di svago all’insegna della convivialità e dell’amicizia con il sostegno delle istituzioni”. Il Centro Sociale di Rogliano (nella foto, la sede) è una associazione di persone che basa la propria vita sociale su volontariato e autofinanziamento. Situato nel centro storico, è frequentato soprattutto da adulti che vi trascorrono molte ore della giornata. E’ attivo ogni giorno e per questo è diventato un punto di riferimento per quanti hanno la necessità di confrontarsi su quello che accade all’interno della Comunità e nel resto del mondo. Il Centro è stato costituito nel lontano 1979 da lavoratori, pensionati ed ex emigrati. La ripresa del ciclo di cure termali è la prima sfida che si pone il Consiglio direttivo. “Ma per questo – ha fatto sapere Santo Stumpo – abbiamo necessità di ottenere un minimo sostegno economico da parte del nostro Comune”.

Gaspare Stumpo

Data: 17 luglio 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com