Rogliano, melodie da fiaba per il concerto di Fiordaliso e un forte messaggio contro la violenza domestica *

* di Omar FALVO 

Rogliano, Fiordaliso in ConcertSUCCESSO per il concerto di Fiordaliso a Rogliano (nella foto) le cui melodie hanno reso magica una delle serate della Festa dell’Emigrante. La cantante ha ripercorso la sua straordinaria carriera incantando il pubblico presente e rendendo l’atmosfera fiabesca. Un viaggio negli Anni ‘80 proiettato verso il futuro con la presentazione del suo nuovo singolo, La lupa, che ha ottenuto notevoli apprezzamenti. Soddisfazione per l’evento, è stata espressa da parte del Comitato, in particolar modo da Masino Cozza (principale artefice della Festa). Savutoweb, ha ottenuto una piccola intervista dalla cantante prima del suo concerto.

– Con Savutoweb la stiamo seguendo con entusiasmo, come procede la presentazione del suo nuovo singolo?
Fiordaliso: La lupa oramai è un ciclo quasi finito, il prossimo 6 ottobre uscirà l’album. Lo lancerà il brano Malo (straordinaria canzone di Bebe) contro la violenza domestica. Non ti voglio dire di più è una sorpresa (sorride).

– Quali sono le emozioni che si provano nel salire sul palco? Sono sempre uguali o differenti di volta in volta?
Fiordaliso: non è che ci sono emozioni particolari, è una tensione (sorride). Le vere emozioni sono quando si fa Sanremo, quando si fa una cosa nuova. Quando si va sul palco c’è la tensione di non conoscere il pubblico presente, è anche peggio di un’emozione (sorride). Hai la tensione e tante piccole emozioni a seconda della risposta che ti danno nelle varie canzoni.

– Può descrivere con un aggettivo la nostra bellissima Calabria?
Fiordaliso: Incompresa.

Grazie e buon lavoro. Non resta che aspettare il prossimo 6 ottobre per scoprire nuove emozioni.

Data: 09 agosto 2015.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com