Vicenda Asi, Rodolfo Aiello critica l’ex assessore regionale Carlo Guccione. Il sindaco interviene sul riordino delle agenzie

Aiello Rodolfo 1IL SINDACO di Marzi, Rodolfo Aiello (nella foto), ha criticato l’ex assessore regionale Carlo Guccione in merito alla discussione sul riordino delle Asi, le agenzie di sviluppo industriale la cui sorte, ricordiamo, è legata alle decisioni della Regione Calabria. Aiello, il cui Comune è socio del Consorzio Asi della provincia di Cosenza, è intervenuto ricordando che le Agenzie non solo non gravano sul Bilancio regionale ma che è necessario procedere con immediatezza ad un corretto processo di accorpamento di questi enti affinché, finalmente, possano diventare volano di sviluppo per l’intero comparto calabrese. “In questa direzione – ha spiegato il primo cittadino – non servono i commissari che hanno ampiamente dimostrato di essere privi delle necessarie competenze, ma professionisti esperti in grado di tracciare un percorso lineare e trasparente che tenga conto, senza fughe in avanti, degli attuali assetti societari, del patrimonio detenuto dalle Asi, delle infrastrutture esistenti e di quelle da realizzare”. In una nota a sua firma il sindaco ha citato la legge regionale 23/2013 voluta (ed approvata) dal Governo Scopelliti parlando, a proposito della stessa, di “contraddizioni ed incongruenze”. Guccione aveva pungolato il presidente Mario Oliverio confermando la necessità di soppressione delle Asi e la costituzione del Corap (Consorzio Regionale per lo sviluppo delle Attività Produttive) con conseguente riduzione di costi e spreco di risorse economiche destinate, a giudizio dell’ex assessore, ad una “finta industrializzazione” della regione. Aiello, invece, che si è rivolto all’attuale governatore sollecitando lo smantellamento delle strutture commissariali, ha auspicato la conclusione del processo di accorpamento delle cinque Asi “ponendolo al centro del rilancio delle politiche industriali della Calabria, facendo in modo – ha concluso – che il nuovo ente unico regionale sia in grado di dare le giuste risposte alle imprese insediate che da anni attendono interventi volti ad alleviare le difficili condizioni nelle quali sono costrette giornalmente ad operare”.

Gaspare Stumpo

Data: 17 agosto 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com