Rogliano, Urban Revival, un progetto innovativo e dinamico per ridare colore ai quartieri della città

Rogliano, Urban Revival ts1MARTINA Merlini, Massimo Sirelli, Coze, Save e Dest sono alcuni tra gli artisti che collaborano a ‘Urban Revival’ – il progetto che punta alla riqualificazione di quartieri e spazi pubblici ponendo al centro il colore e criteri moderni di concepire (e praticare) l’impegno artistico. Tra i più interessanti (e anche meno pubblicizzati in Italia) il piano di lavoro di street-art messo a punto da Giacomo Marinaro, Matteo e Andrea Falbo, tre giovani operatori culturali, è nato nel 2012 ed ha interessato vecchi e nuovi agglomerati urbani, giardini pubblici, stazioni ferroviarie e viali. Luoghi resi grigi dal tempo e dal disinteresse sociale, anonimi o il più delle volte deturpati, che hanno ritrovato senso grazie ad opere d’arte che hanno lo scopo di colpire l’attenzione dei fruitori e dare valore al posto in cui sono state realizzate. Un successo che ha portato alla fondazione, quest’anno, di ‘Rublanum Alternative’ – associazione fondata dagli stessi Marinaro e Falbo assieme a Piero Bianco, Alessandro Bruno, Domenico Brusco, Diego Coccimiglio, Francesco De Biase, Marianna Notte, Santo Orrico, Giuseppe Scarfò e Sara Andrea Zupo, che ha confermato la crescita del gruppo in sia in termini di apporto esperienziale che di qualità. ‘Urban Revival’ è un insieme di idee a basso costo, dinamiche, innovative pensate e implementate sulla base di un percorso che va oltre la creazione del semplice graffito. Gli eventi 2015 sono stati promossi in collaborazione con Amministrazione comunale di Rogliano e Street Art School Cosenza.

Gaspare Stumpo

 

Nella foto: il murales realizzato da Sirelli lungo il vale Alcide De Gasperi, a Rogliano.

Data: 04 settembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com