Amministrative 2016. Rogliano, ufficializzata la candidatura del vice sindaco Giovanni Altomare

Giovanni ALTOMARE ts“La mia forza è la gente”. Giovanni Altomare non ha dubbi: i cittadini hanno compreso gli sforzi profusi dal Comune nel settore delle opere pubbliche e dei servizi nonostante i tagli agli enti locali e le ristrettezze economiche. “Tuttavia – ha spiegato – vogliamo rendere la nostra città più bella, più ordinata ma, soprattutto, al passo coi tempi attraverso un’azione incisiva che possa portare la prossima Amministrazione il più possibile vicino alla gente, alle professioni e al mondo delle associazioni”. Il vice sindaco ha relazionato al convegno “Rogliano tra presente e futuro” (nella foto) organizzato in occasione della Festa Democratica. Nella stessa circostanza il circolo cittadino ha ufficializzato la sua candidatura a sindaco alle elezioni per il rinnovo del Consiglio comunale previste, ricordiamo, per la primavera 2016. “E’ lui – ha annunciato Francesco Bernaudo – la persona giusta per continuare il lavoro che il centrosinistra ha portato avanti in questi anni e per aprire, attraverso il dibattito politico, un nuovo corso che dovrà rendere il Savuto, come area sud di Cosenza, protagonista nelle strategie di sviluppo regionali”. Il segretario ha posto l’accento infatti su tributi, sanità, trasporti, scuola e ciclo dei rifiuti. Settori delicati che presuppongono attenzione, impegno e grande senso di responsabilità da parte degli amministratori locali in quanto istituzioni “prossime” ai cittadini. “Attraverso l’utilizzo dei fondi comunitari – ha detto – si possono realizzare opere per la difesa del territorio, il miglioramento della viabilità e lo sviluppo del settore agro-alimentare”. I democrat hanno ribadito quindi che la scelta di Altomare è avvenuta alla unanimità, che è già attivo un gruppo di lavoro composto Carmelo Salvino, Giacinto Stumpo, Fausto Nucci e Francesco Bernaudo, che la lista supportata dal partito sarà di espressione civica “aperta ad altre esperienze che abbiano obiettivi comuni a quelli del centrosinistra”. “Vogliamo – ha concluso Bernaudo – un confronto che sia lontano dagli interessi di parte, che faccia leva sulle idee, i programmi e la buona politica”. Alla manifestazione, la prima che il Partito Democratico cosentino ha organizzato subito dopo la pausa estiva, hanno partecipato (e sono intervenuti) anche il capogruppo Giacinto Stumpo, il presidente del Gal Savuto, Lucia Nicoletti, il segretario provinciale Luigi Guglielmelli e la parlamentare Enza Bruno Bossio. “Con gli investimenti legati ai fondi europei – ha affermato quest’ultima – il Savuto può diventare una delle aree strategiche della provincia di Cosenza”.

Gaspare Stumpo

Data: 21 settembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com