Il professor Stefano Palmisani in visita al Centro Hub di Terapia del Dolore di Rogliano

Rogliano, convegno su Terapia del Dolorets“SONO rimasto favorevolmente impressionato dalle professionalità che operano al Centro Hub di Terapia del Dolore del presidio ospedaliero Santa Barbara di Rogliano”. Lo ha detto il professor Stefano Palmisani, il medico di origini italiane del Md Thomas’ Hospital di Londra che nelle scorse ore ha fatto visita al nosocomio e partecipato al convegno dal titolo ‘Il dolore una malattia poco conosciuta’. L’iniziativa si è svolta alla presenza di operatori sanitari e rappresentanti delle istituzioni. Da alcuni mesi l’ospedale del Savuto ospita il Centro di Terapia del Dolore e Cure Palliative diretto dal dottor Francesco Amato. Centro che il Ministero della Salute ha segnalato tra le eccellenze italiane per qualità delle prestazioni e risultati scientifici. L’attività di reparto è supportata, infatti, da una equipe che si occupa di trattamento del dolore acuto e cronico attraverso l’utilizzo di tecniche di microchirurgia mininvasiva di ultima generazione. Procedure che lo stesso Palmisani ha definito “importanti” sia a livello strumentale che a livello clinico. “I pazienti di questa struttura – ha spiegato – non hanno nulla da invidiare a quelli che si rivolgono ad altri centri considerati all’avanguardia”. Palmisani ha parlato del dolore evidenziando, con l’ausilio di strumenti audiovisivi, alcuni elementi del percorso diagnostico, terapeutico ed interventistico legato alla Terapia del Dolore. “Un settore – ha detto – che presuppone un impegno multidisciplinare e che ha un grande futuro” anche per le innovazioni connesse alla cura dei pazienti. Lo specialista, ricordiamo, opera nel settore della Chirurgia endoscopica per il trattamento di patologie della colonna vertebrale, del tratto cervicale, dorsale e lombo-sacrale. L’attenzione verso la “malattia-dolore” nel suo aspetto emotivo e sensoriale è in crescita in quanto favorita da studi, formazione di competenze e implementazione di una nuova cultura circa trattamento del dolore nelle sue diverse manifestazioni. La stessa legge 38 del 15 marzo 2010 ha rappresentato un passo in avanti in termini di ricerca, assistenza, tutela e miglioramento della qualità della vita. Lo ha ribadito, durante la manifestazione, il responsabile regionale della commissione Terapia del Dolore e Cure Palliative, Nino Iaria, che ha parlato dell’applicazione dello strumento legislativo in Calabria. “Una legge di altissimo significato sociale. La nostra – ha aggiunto il dottor Francesco Amato – è tra le prime cinque regioni più virtuose in Italia nel settore della Terapia del Dolore e Cure Palliative”. Il direttore del Centro Hub di Rogliano che è anche presidente nazionale di Federdolore, ha collaborato alla stesura della Legge 38 e partecipato ad importanti eventi di carattere internazionale. L’impegno e i risultati di Amato sono stati evidenziati dal sindaco Giuseppe Gallo e dal giornalista Luigi Michele Perri, che nei loro interventi hanno posto l’accento anche sulla “mission” del Santa Barbara in rapporto alla programmazione dell’Azienda ospedaliera di Cosenza ed alla luce del riordino del comparto sanitario in Calabria. Il convegno è stato allietato dalla presenza del cantautore Sandro Sottile che ha proposto due brani del suo interessante repertorio artistico.

Gaspare Stumpo

Data: 01 ottobre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com