‘Paterno e …’ presentato il volume di Santocarmine Beltrano. Guida storico-turistica sul paese legato a S. Francesco di Paola

Paterno C. Presentazione libro BeltranotsSANTOCARMINE Beltrano è un giovane appassionato di microstoria che ha deciso di mettere in gioco competenza e talenti. Risiede a Paterno Calabro ed ama visceralmente il suo paese tanto da conoscerne ogni aspetto dell’arte e della cultura. Una conoscenza supportata dalla passione per le tradizioni, alimentata dalla ricerca, che in circa due anni ha consentito la stesura e la pubblicazione di una guida turistica sulla comunità che nella seconda metà del Quattrocento accolse San Francesco di Paola. Un lavoro incluso nella cosiddetta ‘Strada delle Colture e Culture di Calabria’ – il progetto sostenuto dal Gruppo di Azione Locale che punta a valorizzare e promuovere il turismo religioso, culturale e naturalistico della Vallata. ‘Paterno e …’ contiene notizie dagli antichi romani ai giorni nostri; in esso, l’autore tratta in modo semplice ma efficace fatti importanti come l’ubicazione della Via Popilia, l’istituzione dei Casali, il mito dei Templari, il passaggio di Carlo V°, la presenza di San Francesco di Paola e di altri personaggi legati alla musica ed alla letteratura dell’Ottocento come Maurizio Quintieri e Nicola Misasi. Beltrano descrive, inoltre, alcuni aspetti della tradizione religiosa, si sofferma sull’architettura, cita aneddoti e leggende, pone l’accento su siti di interesse storico, non esclude il contesto rurale ed enogastronomico, indica al lettore i motivi per visitare il vecchio borgo situato tra la Valle del Savuto e le Serre Cosentine. Il testo si arricchisce di un’ampia parentesi dedicata alla vicenda umana e spirituale di Francesco di Paola: l’arrivo del Santo, la costruzione dell’eremo, le figure di Paolo Rendace e frà Giovanni, i miracoli. Quello di Santocarmine Beltrano è, dunque, un omaggio alla Memoria, un invito al Sapere. Il libro è stato presentato presso l’ex chiesa dell’Immacolata nell’ambito di un convegno (nella foto) a cui, oltre all’autore, hanno partecipato (e sono intervenuti) il sindaco del luogo, Lucia Papaianni, il presidente del Gal Savuto, Lucia Nicoletti, l’assessore alla Cultura del Comune di Rogliano, Antonio Simarco, e l’animatore del Gal Savuto, Mario Ambrogio.

Gaspare Stumpo

Data: 13 ottobre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com