Cultura, ambiente ed enogastronomia, successo a Milano per quattro aree del Cosentino

Lucia Nicoletti ad expoLE PRODUZIONI di nicchia dell’area del Savuto sono state protagonista ancora una volta ad Expo 2015. Gli aspetti dell’agroalimentare (vino doc, patate, castagne etc.) e quelli relativi al contesto ambientale, artistico e culturale del sud Cosentino sono stati illustrati nel corso di una iniziativa organizzata dai Gal Alto Ionio Federico II°, Sila Greca, Valle Crati e Savuto presso Palazzo degli Atellani-Museo Vigna di Leonardo a cui, tra gli altri, hanno partecipato (e sono intervenuti) in rappresentanza degli enti promotori, Franco D’Urso, Ranieri Filippelli, Valeria Fagiani e Lucia Nicoletti (nella foto). Un evento importante che ha ricevuto l’adesione di esponenti del mondo delle istituzioni e dell’imprenditoria. Un avvenimento reso ancora più prestigioso dalla presenza del Codex Purpureus Rossanensis, l’antico manoscritto bizantino oggi Bene Unesco. L’occasione ha consentito di riproporre all’attenzione del pubblico internazionale le tipicità legate al settore dell’enogastronomia e gli itinerari naturalistici, artistici ed architettonici dei quattro territori contigui. “Expo è una vetrina importante. Grazie ad una programmazione mirata, con il contributo delle realtà associative ed imprenditoriali – ha spiegato Lucia Nicoletti – abbiamo ottenuto risultati importanti che fanno ben sperare per il futuro delle nostre produzioni e della nostra economia”. “L’azione del Gal – ha ribadito il presidente – è finalizzata a valorizzare le specificità locali in modo da contribuire allo sviluppo armonico delle nostre Comunità”.

Gaspare Stumpo

Data: 21 ottobre 2015.

Fonte: Cronache del Garantista. Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com