Giuseppe Ferraro, lo chef originario di Paterno Calabro (Cosenza) che ha conquistato la cucina europea *

Ferraro Giuseppe

*di Omar FALVO

GIUSEPPE Ferraro (nella foto), nato a Paterno Calabro, piccolo centro del Sud Cosentino, è uno chef dalle qualità eccezionali. Da qualche anno esporta la cucina calabrese in tutta Europa collezionando tanti successi. Un giovane professionista che con spirito di sacrificio, tra mille difficoltà, porta avanti un lavoro straordinario. Con l’orgoglio calabrese sfida i grandi scenari della cucina europea. Con savutoweb siamo riusciti a trovarlo e a poter chiacchierare con lui, presso l’Expo di Milano, dove, nei giorni scorsi, è stato impegnato in vari padiglioni. Un talento indiscusso quello di Giuseppe, che coltiva giorno dopo giorno. Conosciamolo meglio.

-Dove nasce questa sua passione?

Giuseppe: la mia passione per la cucina nasce da bambino. Avevo nove anni ed ero cicciottello e curioso (sorride). Mia mamma non aveva molto tempo per cucinare, essendo sempre impegnata a lavoro. Quando ritornava a casa la sera, faceva sempre brodini, toast, pastina e per questo rimanevo sempre deluso (sorride). Allora decisi di provare a cucinare. I primi tempi iniziai con tantissimi disastri, ne faccio tanti anche oggi (sorride). Così ho incominciato a coltivare questa professione; guardavo nel mio tempo libero i programmi televisivi al riguardo e cercavo di apprendere i segreti dei piatti.

-Che cos’è per lei la cucina?

Giuseppe: quando cucino mi sento libero, nella mia testa nascono le idee che porto avanti e sperimento. Con la preparazione di piatti sempre innovativi, mi esprimo, esprimo le mie idee e il mio pensiero.

-Una domanda “difficile” … quale tipo di cucina preferisce?

Giuseppe: adoro la cucina della tradizione, adoro i sapori e i profumi della mia terra. Amo mangiare nelle trattorie e nelle osterie. Da queste prendo l’ispirazione per creare piatti antichi con un pizzico di modernità. Cerco di creare una cucina di casa “stellata”  – in modo da per poter consentire, anche alle persone che non possono permettersi ristoranti esclusivi di assaporare splendidi piatti.

-E per il futuro?

Giuseppe: non penso al futuro, penso al presente e cerco di migliorare sempre di più la tecnica per creare piatti unici.

Giuseppe Ferraro è davvero una persona straordinaria, un ragazzo che non accetta compromessi, che ha seguito la sua strada con sacrifici. I suoi piatti  sono stati apprezzati anche in Belgio e all’Ambasciata Italiana a Bruxelles, dove per un periodo si è occupato della cucina dei nostri rappresentanti nel mondo. Nel periodo di lavoro presso la struttura diplomatica, ha potuto deliziare con i sapori tradizionali, capi di stato e re. Un vanto per la nostra regione (e per il Savuto), che merita applausi e consensi.

Che dire … noi di savutoweb siamo orgogliosi di questa chiacchierata e auguriamo ancora grandi successi a Giuseppe Ferraro e al suo entourage.

Data: 02 novembre 2015.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com