Soveria Mannelli, passaggio di consegne alla Fidapa. Teresa Pullano subentra a Mirella Perrone Chiodo

da sinistra. Giuseppina Porchia, Teresa Pullano (neo presidente), Vincenzina Nappi, Mirella Perrone Chiodo, Franca Dora Mammo, Maria Teresa Mascaro (1)PASSAGGIO delle consegne alla Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari) di Soveria Mannelli. Esce la prof.ssa Mirella Perrone Chiodo e per il biennio 2015-17 subentra la prof.ssa Teresa Pullano. Numerosa la partecipazione alla cerimonia (nella foto), nella quale per il pregevole lavoro svolto dalla Fidapa, il sindaco di Soveria Mannelli, Giuseppe Pascuzzi e Anna Maria Cardamone, questa in duplice veste, sindaco di Decollatura e socia, hanno esternato sentimenti di riconoscimento e apprezzamento per il lavoro svolto. Giudizio condiviso anche dal Lions club con la presidente Assunta Scavo e i rappresentanti delle associazioni del territorio: Avis, Fiore di lino, Pro Loco e Vespri. Presente anche Vincenzina Nappi e Giuseppina Porchia, rispettivamente presidente e vice presidente Fidapa Distretto Sud Ovest. L’omaggio floreale, una composizione di fiori blu e giallo, i colori della Fidapa e la consegna della spilla per mano della presidente uscente Perrone e la neo presidente Teresa Pullano ha suggellato lo scambio ufficiale di testimone, alla guida della Sezione di Soveria Mannelli. La presidente uscente Perrone, ha ringraziato il direttivo per l’efficienza e la costante collaborazione, nonché le socie e le ex presidentesse, poi ha ricordato in sintesi gli eventi promossi in questi due anni che hanno coinvolto anche le istituzioni e le associazioni del territorio. “L’obiettivo – ha sottolineato la past presidente – è stato quello di promuovere la leadership professionale delle donne impegnate nella società e a tal proposito negli ultimi due anni il premio Fidapa è stato assegnato a Elisabetta Tripodi, sindaco di Rosarno e alle donne del Centro Lanzino di Cosenza. Infine l’appartenenza, il lavoro di squadra, l’amicizia e la condivisione hanno favorito all’interno della Sezione un clima di solidarietà, rispetto reciproco e obiettivi comuni”. La neo presidente Pullano ha auspicato che continui il clima di collaborazione e amicizia e forte del motto “La libertà del seme consiste nell’adempimento del suo destino quello di diventare un albero” ed ha sottolineato la necessità di “stare unite, fidarsi una dell’altra” e invitato tutte a mettersi in gioco per ottenere grandi risultati. Nel suo programma oltre riproporre alcune manifestazioni ormai istituzionalizzate, spicca l’evento “Le donne della resistenza”, convegno “Cibo e vita”, incontri “I talenti delle donne”, visite guidate sul territorio e a Roma. Infine la presidente Pullano, con eleganza e senso di appartenenza ha sottolineato alcuni articoli dello statuto come “valorizzare le competenze delle donne, incoraggiandole ad impegnarsi nella società in modo sempre più partecipativo e consapevole”. La squadra che affiancherà la neo presidentessa nel biennio 2015-17 è composta da: Maria Luisa Mascaro, vice presidente, Sarina Pingitore, segretaria, Antonia Cimino. Tesoriera e da Mirella Perrone Chiodo past presidente. Consigliera: Mimma Caloiero, Teresa Cimino e Rosa Palmo. Revisore dei conti: Anna Maria Caligiuri, Maria Carmela Pascuzzi e Maria Luisa Solina. In chiusura, la presidente Nappi, ha sottolineato quanto è fondamentale la cerimonia del passaggio delle consegne, occasione di chiarezza e armonia fra le socie. Poi ha avuto parole di elogio per il bilancio delle attività svolte e sottolineato l’importante presenza dei sindaci di cui una anche “fidapina” e chiesto di sostenere con forza e coraggio le donne che si cimentano nella politica. Infine non è mancato lo spinta per richiede l’applicazione del “codice rosa” e invitato a creare azione di contatto fra comitati sociali per rafforzare il ruolo della donna nella società civile.

Pasquale Taverna

Data: 12 novembre 2015.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com