Vagava nei dintorni dell’autostrada, cagnolina salvata e adottata. L’AIC : “dare seguito alle indicazioni di legge”

Cagnetta ritrovata e adottataUNA cagnetta di razza meticcia (nella foto) è stata ritrovata e adottata al termine di un’odissea durata alcune settimane. L’animale ha vagato per diverso tempo nei dintorni dell’area di servizio dell’A3 Salerno-Reggio Calabria e solo grazie all’attenzione (e alla pazienza) di un operaio non si è avventurata sulla carreggiata evitando di costituire grave pericolo per se stessa e per gli automezzi in transito. La presenza di cani su strade e autostrade in Italia è un fenomeno tra i più complicati perché, ricordiamo, in grado provocare circa quattromila incidenti all’anno. Con una lettera a firma del presidente Monica Pietramala, l’Associazione Adottami in Calabria (AIC) ha segnalato il caso al Comune di Marzi, sul cui territorio ricade la stazione di servizio, invitando il sindaco a provvedere anche alla stipula di una convenzione “con canile sanitario e canile rifugio”. Forse l’Ente ne è sprovvisto. Per quanto si è saputo, infatti, la cagnolina si trovava in stato di abbandono e gravemente ammalata, quindi bisognosa di cure. Spesso, nonostante la presenza di una legge regionale che tra le altre cose prevede l’istituzione di una anagrafe canina e la realizzazione di strutture ad hoc, sono i gruppi di volontari che si adoperano per garantire agli animali condizioni di vita dignitose, adozioni e programmi di prevenzioni dal randagismo. Per sua fortuna la bestiolina è stata adottata da un automobilista di passaggio, componente di una associazione che in Campania si dedica proprio alla cura degli animali e la vicenda si è risolta nel migliore dei modi.

Gaspare Stumpo

Data: 01 dicembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com