Fontana Nova, riprende la discussione sulla “scomparsa” dei leoni dalla sommità del manufatto. Ceduti o distrutti?

Stralcio di foto con Leoni sulla Fontana NovaCHI HA DECISO la sorte delle due figure leonine collocate nella parte alta della Fontana Nova? Ma soprattutto dove sono andati a finire gli elementi che facevano bella mostra sul manufatto realizzato nel 1816 dalle maestranze roglianesi? Torna, dunque, a distanza di circa sessanta anni, l’attenzione sui leoni che completavano la parte superiore del monumento litico riportato all’antico splendore grazie al restyling commissionato dall’Amministrazione comunale ed eseguito dalla Bretia Restauri. Il ricordo della loro presenza è sempre più fioco ma all’interno della Comunità le testimonianze non mancano nonostante il trascorrere del tempo e l’oblio associato al disinteresse per la Memoria. Sono anche pochi, del resto, i frammenti fotografici circa il monumento nella sua forma originaria. Immagini fruibili grazie alle pubblicazioni del giornalista Ferdinando Perri, che hanno fornito alcuni spaccati inediti della “Rogliano scomparsa”. Il convegno di presentazione delle operazioni di restauro estetico-conservativo, le notizie storiche e il progetto su ‘Le vie dell’acqua’ – hanno rimesso in moto la discussione. Dei leoni non si hanno più notizie ma in tanti li ricordano per essere stati il giusto “corredo” alla storica fontana realizzata agli inizi dell’Ottocento nelle immediate vicinanze del Palazzo di Città, quando quest’ultimo risultava essere un convento domenicano trasferito al demanio dello Stato conseguenza del “passaggio” francese. Tuttavia, la data di sparizione dei due leoni potrebbe collocarsi nella seconda metà degli Anni Cinquanta, probabilmente in concomitanza con l’esecuzione o il completamento dei lavori che portarono alla inaugurazione del nuovo municipio (1957). Fino ad oggi, infatti, nessuno tra i roglianesi è riuscito a svelare il “mistero” di questa incredibile scomparsa. Le due statue furono cedute maldestramente o distrutte accidentalmente? Il dibattito è aperto.

Gaspare Stumpo

Nelle foto: la Fontana Nova come si presenta dopo il restauro. E il frammento fotografico risalente al 1937 che attesta la presenza dei due leoni sulla sommità della Fontana.

Data: 19 dicembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria”.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com