Rogliano, amministratori locali e produttori discutono di Contratto di Fiume. Un progetto destinato ad interessare anche l’area del Savuto

Image_altre foto_Municipio Rogliano tsI CONTRATTI di Fiume sono strumenti di programmazione strategica e negoziata che hanno come obiettivo la tutela, la gestione delle risorse idriche e la valorizzazione delle aree fluviali, compreso lo sviluppo del territorio inteso come fruizione turistico-ambientale. Un progetto per la definizione di una strategia condivisa per il “governo” delle zone prossime a laghi, fiumi e ad altri corpi idrici, è destinato ad interessare anche il Savuto. Un comprensorio, quest’ultimo, ricco di risorse idriche ma soggetto, purtroppo, a serio rischio idrogeologico. La piattaforma è stata discussa durante un incontro a cui hanno partecipato (e sono intervenuti) il sindaco di Rogliano, Giuseppe Gallo, il funzionario del Ministero dell’Ambiente, Andrea Bianco, il dirigente del dipartimento Agricoltura della Regione Calabria, Carmelo Salvino. Il dibattito è stato seguito da amministratori locali, rappresentanti di categoria e produttori. Il Comune di Rogliano si farà carico, infatti, di coordinare l’azione di un Comitato che avrà il compito di elaborare un documento strategico che dovrà essere condiviso da soggetti pubblici e privati che sottoscriveranno il contratto stesso. “Contratto che – si legge in una nota – potrà attirare risorse importanti nell’ambito dei finanziamenti europei e regionali e rappresenta un’occasione per affrontare, in una visione complessiva, i problemi legati all’inquinamento, alla depurazione, al dissesto idrogeologico e nello stesso tempo per sostenere lo sviluppo locale nel campo turistico ed enogastronomico.

Gaspare Stumpo

Data: 23 dicembre 2015.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com