Melobuono, quattro nascite in pochi anni ridanno speranze a una Comunità a rischio spopolamento

Melobuono frazione di RoglianoMELOBUONO (nella foto) è una località immersa nel verde a metà strada tra i territori di Rogliano e di Parenti. Con la vicina Saliano costituisce una delle zone montane più note del Savuto sia per le caratteristiche del paesaggio che per l’aspetto logistico legato alla posizione di luogo situato ai piedi della Sila. Un piccolo agglomerato rurale abitato da pochi nuclei familiari formati in buona parte da persone anziane, ma a rischio spopolamento in quanto colpito dalla emigrazione e dalle difficoltà dei collegamenti viari. Negli ultimi tempi, però, una inversione di tendenza ha ridato certezze ai residenti facendo ben sperare per l’avvenire della Comunità. Si chiama Arianna Russo, infatti, l’ultima nata da una famiglia del posto. Ultima di quattro lieti eventi che hanno influito positivamente sul numero e sull’età degli abitanti di Melobuono. L’ultima nascita risaliva al lontano 1989. “Quattro piccoli cittadini, due maschi e due femmine – ha fatto sapere la consigliera comunale con delega alle frazioni, Antonietta Russo – riaccendono una speranza per il futuro di questo meraviglioso borgo circondato dalla natura, ma fiorente per la presenza di alcune piccole aziende agro-artigianali”. Antonietta Russo, che ha annunciato un nuovo, prossimo, fiocco azzurro, si è complimentata con le giovani coppie che hanno deciso di risiedere a Melobuono “dando alla frazione – ha detto – una ventata di giovinezza ed una speranza per il domani”. Proprio a Saliano, Melobuono, Cicchelli e Acqualatiglia è stata dedicata una pubblicazione storico-informativa curata di recente, ricordiamo, da Francesco Minardi con il supporto del Centro Sociale e del Gruppo di Azione Locale.

Gaspare Stumpo

Data: 22 gennaio 2016.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com