Il Piano di Sviluppo Rurale come occasione di crescita per la Calabria. Convegno promosso dal PD a S. Stefano di Rogliano

S. Stefano di Rogliano, convegno su PsrIL CIRCOLO santostefanese del Partito Democratico ha organizzato un convegno (nella foto) incentrato sulle caratteristiche del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020. Alla manifestazione hanno partecipato esponenti politici, imprenditori e rappresentanti delle associazioni di categoria (Coldiretti, Confagricoltura, Cna). Il Psr, dunque, come occasione di sviluppo socio-economico per la nostra regione, in particolar modo per quello delle zone interne e svantaggiate vocate all’agroalimentare e all’artigianato. Il Piano di Sviluppo Rurale della Calabria, che dispone di oltre un miliardo di euro, è stato tra i primi, ricordiamo, ad essere approvato in rapporto alla macro-area del Mezzogiorno. Con esso si punterà alla valorizzazione di settori strategici come l’olivicoltura, l’agrumicoltura e la zootecnia. Il dibattito è stato coordinato dal segretario Ivano Carpino che nel suo intervento ha sottolineato il ruolo dei partiti nell’amministrazione dei territori sia per quanto riguarda l’aspetto politico, che per quanto riguarda l’aspetto tecnico. Un giudizio, quello di Carpino, esteso all’azione del Pd. “E’ compito del partito – ha affermato Carpino – lavorare affinché non si verifichi di nuovo un enorme spreco di soldi pubblici così come avvenuto in passato, quando si è assistito ad un vero e proprio sperpero di risorse”. Alla iniziativa, promossa con il sostegno dei Giovani Democratici, hanno partecipato tra gli altri il sindaco di Santo Stefano di Rogliano, Lucia Nicoletti, il consigliere comunale con delega, Federico Pascuzzo, l’esponente regionale Mauro D’Acri, e il Direttore Generale del Dipartimento Agricoltura Foreste e Forestazione Carmelo Salvino che ha illustrato i particolari della nuova programmazione.

Gaspare Stumpo

Data: 29 gennaio 2016.

Fonte: ‘Cronache del Garantista. Calabria’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com