Bianchi, si è dimesso il vicesindaco con delega all’Urbanistica, Alessio Cristiano

alessio crisrtianoALESSIO Cristiano (nella foto) si è dimesso da vicesindaco e consigliere del Comune di Bianchi. La decisione maturata negli ultimi giorni è stata ufficializzata l’altro ieri con una accorata e lunga lettera al sindaco Paola e per conoscenza alla dottoressa Cristina Gimondo, segretaria del Comune. Termina così a un anno e mezzo dalle elezione l’esperienza amministrativa dell’ormai ex vicesindaco con delega all’urbanistica, territorio e ambiente. Cristiano, 28 anni, era entrato in Giunta come vicesindaco dopo il rimpasto (giugno 2015) della prima Giunta del sindaco Tommaso Paola, portando in dote entusiasmo, competenza e professionalità. Nel documento protocollato e reso pubblico, l’ingegnere Cristiano, rassegna e spiega con una certa amarezza e delusione le motivazioni delle sue dimissioni dalla carica di vicesindaco, e consigliere comunale. Forte del senso di responsabilità che lo ha distinto in questi mesi di amministratore, l’ex vicesindaco sente la responsabilità della sofferta decisione, e rivolgendosi al sindaco Paola, spiega: “Al momento dell’insediamento, il mio unico interesse da perseguire era quello di valorizzare le poche risorse che il nostro paese offriva e condividere la mia passione per il nostro territorio. In quell’occasione- prosegue – e a te non chiesi incarichi politici o favori di alcun genere, ma, solo sincerità. Sincerità, che da parte tua, non sempre è stata chiara e scontata. In questi mesi, ho avuto modo di apprezzare la dedizione con la quale hai intrapreso il tuo mandato ma, nonostante ciò, le tue indecisioni, i continui cambiamenti, le incertezze sulle linee guida da seguire e, evidentemente, una visione delle cose diversa dalla mia, non hanno fatto altro che rallentare e rendere poco incisiva l’azione amministrativa. La mancata condivisione d’idee – si legge sul documento – e lo scarso coinvolgimento di cittadini politicamente attivi, o potenzialmente tali, hanno determinato una rapida e progressiva diffidenza della comunità nei confronti dell’amministrazione. Se a questo aggiungiamo un atteggiamento superficiale e arrogante da parte di alcuni membri della maggioranza, è facile percepire la forte delusione del nostro elettorato.” L’ex vicesindaco, lucido e cosciente, ricorda al sindaco di aver più volte sollecitato la sua attenzione nei confronti di queste problematiche “ma la tua risposta è sempre stata una superficiale chiusura al dialogo e alla discussione partecipata, fintanto che, persino le decisioni di giunta si limitavano ad una banale firma d’approvazione.” A suo favore l’ingegnere Alessio Cristiano, rammenta che la sua “condotta politica è sempre stata sincera, leale e trasparente” e si rammarica che il primo cittadino “apprezzi altre qualità” e affonda il dito dicendo “Tra le tue fila, però, rispetto non ce n’è e non ce n’è stato, sia nei confronti dei singoli cittadini sia, ancor più grave, nei tuoi confronti. Ancor più grave perché, per il ruolo che rivesti, ciò rappresenta un’offesa nei confronti dell’intera comunità. Questo è per me intollerabile ma, evidentemente, caro Sindaco, non la pensiamo allo stesso modo”. Poi l’ex vicesindaco ringrazia Paola per l’esperienza concessa ed auspica per il futuro vicesindaco, una migliore intesa. Nella nota, Cristiano, rinnova la stima per l’assessore Muraca per aver condiviso passione e impegno e ringrazia il personale del Comune per la collaborazione prestata. Infine, amareggiato della vicenda, considera le dimissioni “una sconfitta personale”, che però, non limiterà la sua attività politica e l’impegno nelle istituzioni. “Io sono convinto –termina – che qualcosa nel nostro territorio stia cambiando e continuerò a lavorare, attraverso le associazioni, gruppi di uomini e donne che hanno a cuore il proprio paese, per perseguire quest’idea di cambiamento”.

Pasquale Taverna

Data: 06 febbraio 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com