Successo per il ‘Carnevale Colosimaro’. Maschere e sfilate di carri in linea con la tradizione, bambini protagonisti

Colosimi carnevaleNELLE molteplici tesi storiche, le origini del Carnevale, si perdono nella notte dei tempi. Ad esempio nell’Antica Grecia il Carnevale coincideva con la cerimonia della propiziazione e del rinnovamento della fecondità della Terra; il Carnevale coincideva più o meno con l’anno agricolo e anche con le feste pagane in onore del dio Bacco (Dioniso) Dio del vino. Gli studiosi fanno risalire le origini del Carnevale anche nell’Antica Roma, durante le feste Saturnali, in onore del dio Saturno. Durante il Medioevo (sin dall’ottavo sec. d.C.), nel periodo dell’anno che va dall’Epifania all’inizio della Quaresima (soprattutto nella fase finale) si dava ampio spazio al divertimento e alla festa, festa connotata da uno sregolamento nel consumo di cibi e bevande. Il Carnevale culminava con il cosiddetto “Rogo del Fantoccio” che rappresentava il “capro espiatorio” dei mali dell’anno precedente. A Colosimi, come ogni anno, Domenica 7 febbraio 2016, si è festeggiato il Carnevale Colosimaro, festoso evento organizzato dalla Pro loco e caratterizzato dalla tradizionale sfilata dei “carri”, quest’anno composti dal “carro” dei Bambini “Noi del Carnevale” (pieno di giochi e fantasia, così com’è il mondo infantile), dal carro di “Pinocchio” (il famoso burattino di legno stavolta rappresentato come “portatore di valori morali”) e dal carro “I ditti d’antichi nun venanu menu mai”(un carro “pieno di massime, pensieri ed esperienze popolari che rispecchiano il vivere quotidiano”). Il Carnevale Colosimaro si è poi concluso al Centro Sociale, dove il carro “Noi del Carnevale”(il carro dei Bambini, realizzato dai genitori) è stato premiato come il carro più bello; secondo classificato il carro “I ditti d’antichi nun venanu menu mai” di Francesco e Vincenzo Muraca; terzo classificato “il carro di Pinocchio” del piccolo Silvano Mirabelli. Dopo la premiazione tutti a festeggiare il Carnevale con una serata all’insegna di allegria, dolci, musica e balli.

Annarita Vigna

Data: 11 febbraio 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com