Una giornata per riflettere sulla condizione femminile promossa dall’Omnicomprensivo Bianchi-Scigliano

bianchi festa della donnaIN OCCASIONE della Giornata Mondiale della Donna, l’Istituto Omnicomprensivo Bianchi-Scigliano ha organizzato una manifestazione (nelle foto) per riflettere sulla condizione femminile e differenze di genere. Un tema più che attuale, per il quale la scuola ha realizzato un progetto dal titolo “…. Così diversi così uguali…” Sottotitolo: dal valore all’uguaglianza a quello della differenza. A confrontarsi, sono intervenuti i dirigenti scolastici Maria Angela Bilotti, Antonio Caligiuri dell’IIS “Costanzo” Decollatura; Tommaso Paola, sindaco; Raffaella Paola, docente Pari Opportunità; Silvana Sirianni, dirigente comunale Soveria Mannelli; Maira Antonietta Sacco, assessore alla Cultura, Carlopoli e Stefania Elia, consigliera Pari opportunità. Moderatore, Pasquale Taverna. La referente del progetto Paola, ha spiegato che “il tema delle differenze di genere può essere affrontato a qualsiasi età e la scuola è il luogo privilegiato di riflessione e di educazione all’eguaglianza. La classe – ha proseguito – è un microcosmo al cui interno già si riproducono le piccole e grandi discriminazioni presenti a tutti i livelli nella società, per questo risulta quanto mai opportuno approntare delle iniziative che vadano nella direzione della sensibilizzazione e della conoscenza di simili tematiche. Con questo spirito si è pensato, quindi, di elaborare il Progetto “…Così diversi, così uguali…” a cui hanno partecipato le classi della scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di Primo grado. Esperienza – ha aggiunto Paola – che ha mostrato come il cammino da compiere verso una reale parità dei sessi sia ancora tutto da percorrere”. Dagli interventi è emerso che la scuola risulta il luogo privilegiato di riflessione e di educazione alla legalità, eguaglianza e valorizzazione di ogni diversità. Non è mancata la ricostruzione storica del ruolo della donna nella società italiana, le conquiste “a ribasso” (meno posti di responsabilità), professioni al femminile, difficoltà e troppi ostacoli per fare politica. Unanime il giudizio che uomini e donne devono vivere insieme, in una nuova società nella quale a ciascuno sia consentito di esprimere pienamente le proprie potenzialità, e dove la differenza di genere non sia penalizzata, ma esaltata.

P. T.

Data: 11 marzo 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com