Cosenza, al via l’edizione 2016 della Fiera di San Giuseppe. Tutti gli eventi in calendario

fiera di s. giuseppeCOSENZA si prepara ad accogliere l’edizione 2016 della Fiera di San Giuseppe, evento plurisecolare dalla forte matrice identitaria per tutta la comunità cosentina, istituita nel 1234 da Federico II di Svevia. A quel tempo era denominata Fiera della Maddalena ed era una delle sette fiere che l’imperatore istituì nel Meridione per agevolare gli scambi commerciali proprio in quelle terre del Sud che si affacciavano verso l’Oriente. Saranno circa 500 gli espositori che animeranno l’edizione di quest’anno della Fiera e che cominceranno ad arrivare in città già da domani, sabato 12 marzo, quando si sistemeranno negli spazi fieristici i venditori di vimini e terracotta (in Piazza Mancini e via Cesare Baccelli), piante e fiori in vaso e alberi da frutto. In particolare, i venditori di vimini e terracotta saranno collocati in Piazza Mancini e via Cesare Baccelli, i venditori di piante e fiori in vaso all’interno delle aiuole, nel tratto di Viale Mancini dopo la sopraelevata, mentre i venditori di alberi da frutto troveranno collocazione nel primo tratto di Via Lungo Crati De Seta, fino alla sede dell’Aterp (ex Hotel Jolly).

Il clou della Fiera è previsto tra il 16 ed il 20 marzo, quando la manifestazione fieristica sarà popolata su Viale Mancini, soprattutto dagli espositori di merce varia, macrocategoria che comprende:

a) abbigliamento, antiquariato, articoli da regalo, artigianato locale, articoli etnici, quadri, biancheria, articoli in ferro battuto, calzature, ecc.;
b) ambulanti (in tutto 23) addetti alla somministrazione di alimenti e bevande;
c) ambulanti (in tutto 36) addetti alla vendita di prodotti alimentari come mostaccioli, dolci tipici confezionati, torroni, ecc.

In particolare, i venditori di piatti e porcellane saranno dislocati su Via Sertorio Quattromani. Gli espositori assegnatari di posteggio provengono da tutte le regioni d’Italia con una particolare prevalenza per i venditori provenienti dalla Sicilia e dalla Puglia. Molti gli espositori provenienti dall’estero (Senegal, Perù, Congo, Tunisia, ecc.).

Scuole chiuse per disposizioni del Commissario straordinario del Comune, Prefetto dott. Angelo Carbone. Resteranno chiuse, dal 16 al 19 marzo, le scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione dei nidi d’infanzia e degli istituti di alta formazione come il Conservatorio di musica. Il provvedimento del Commissario straordinario è stato adottato in considerazione del fatto che, in occasione della Fiera di San Giuseppe, si verifica puntualmente un fortissimo incremento del traffico veicolare proveniente da tutta la provincia, ma anche per gli ostacoli alla circolazione derivanti dalla presenza in città di numerosi cantieri stradali aperti. La decisione di chiudere le scuole è stata assunta, inoltre, anche in considerazione del fatto che la chiusura al traffico di un’importante arteria stradale come Viale Mancini, sede dell’evento fieristico, ostacola l’ordinaria circolazione veicolare e rende estremamente difficoltoso raggiungere gli istituti scolastici della città.

Sicurezza, assistenza sanitaria e servizi igienici. Durante tutta la manifestazione fieristica sono stati predisposti una serie di servizi che attengono alla sicurezza dei cittadini, all’assistenza sanitaria e all’igiene. Il servizio assistenziale sanitario sarà assicurato da un posto fisso della Croce Rossa Italiana (una Tenda PMA collocata all’inizio di Viale Mancini con il supporto di un’ambulanza). Un’altra ambulanza sarà collocata su Viale Mancini all’altezza del Liceo “Scorza”, angolo via Aceti. Il servizio di vigilanza antincendio sarà assicurato dai Vigili del Fuoco che avranno una loro postazione sempre su Viale Mancini, nei pressi della Chiesa di Cristo Re.

Il Comune ha inoltre provveduto ad acquisire in noleggio 16 servizi ecologici chimici che saranno dislocati lungo tutto il percorso della Fiera.

Gli spettacoli e gli altri eventi collaterali. Pur nelle ristrettezze di bilancio, la gestione commissariale del Comune di Cosenza non ha inteso rinunciare ad alcuni eventi collaterali ed artistici, destinati a tutte le fasce d’età, che ha selezionato sulla base della manifestazione di interesse pubblicata nelle scorse settimane. Tra le proposte pervenute, sono state selezionate quelle che hanno risposto a criteri di economicità per le casse comunali e che, sotto il profilo organizzativo, non richiedevano ulteriori costi aggiuntivi per il noleggio di apparecchiature, come services od altre. Ad inaugurare ufficialmente la Fiera sarà, mercoledì 16 marzo, lo spettacolo teatrale itinerante “La Fiera dello Stupor mundi” – a cura del Parco Tommaso Campanella, per la regia di William Gatto. Squilli di trombe, rulli di tamburi e gli sbandieratori apriranno il corteo storico, preludio all’arrivo di Federico II di Svevia. Lo spettacolo avrà inizio alle 16,30 con il raduno nei pressi del Centro Commerciale “I Due Fiumi” e si concluderà, intorno alle 18,30, in Piazza Duomo.

La giornata inaugurale della Fiera sarà allietata, dalle ore 18,30 alle 21,00 (nei pressi del Centro commerciale “I due fiumi” – all’altezza del monumento “Le Colombe” di Cesare Baccelli) dal gruppo musicale “I Ricordi più belli” che si esibirà con un programma comprendente diversi generi musicali: dal ballo liscio al latino americano, ai successi degli anni ’60.

Nella giornata di giovedì 17 marzo, prevista l’esibizione, dalle 10,00 alle 14,00 in Piazza XI settembre, dei “Compà Dreush” – gruppo di artisti di strada, professionisti nella specialità della break dance e provenienti da diversi centri della Calabria. In serata, dalle ore 19,00 alle 22,00, in Piazza dei Valdesi, in programma lo spettacolo del gruppo di musica popolare ed etno-folk dei “Bashkim”. La formazione che intende perseguire l’obiettivo della valorizzazione ed esecuzione di canti e musiche della tradizione arbereshe, si avvale di strumenti tradizionali come l’organetto, la surdulina arbereshe e a chiave, la chitarra battente e i tamburi a cornice. Venerdì 18 marzo gli eventi collaterali della Fiera di San Giuseppe prevedono l’esibizione del gruppo di musica folk popolare “Ni chiamanu i Briganti” che sarà protagonista di uno spettacolo itinerante, previsto dalle 16,45 alle 20,45, con partenza dai “Due Fiumi” fino a Piazza dei Bruzi.

Sabato 19 marzo sarà di scena la musica etnica africana grazie ad uno spettacolo itinerante, previsto dalle 10,00 alle 15,00, con partenza dai “Due Fiumi” e che si snoderà lungo tutta la Fiera per poi concludersi in Piazza dei Bruzi. Si tratta di una vera e propria parata itinerante attraverso la quale si intende valorizzare, con la musica africana, il carattere multietnico della Fiera di San Giuseppe. Lo spettacolo porterà sui luoghi della Fiera un gruppo di artisti che hanno messo al centro del loro linguaggio musicale la cultura africana, utilizzando strumenti tradizionali dei loro Paesi di provenienza. Sempre il 19 marzo, esibizione bis, in Piazza XI settembre (dalle 17,00 alle 21,00) del gruppo “Compà Dreush”. Alle ore 16,00, nella Parrocchia di San Gaetano, in coincidenza con la processione prevista per le solenni celebrazioni indette dalle stessa parrocchia, prevista l’esibizione della banda musicale “A. Reda” diretta dal maestro Madrigano.

Per la giornata di domenica 20 marzo, la chiusura della manifestazione fieristica prevede l’esibizione della Banda Musicale “Valle del Savuto” che sfilerà, dalle ore 17,00 fino alle 19,00, da Piazza dei Bruzi a Piazza Kennedy. Un intrattenimento musicale itinerante sarà assicurato, dal 16 al 19 marzo, lungo tutto il percorso fieristico, dal gruppo “Il Girasole” – formazione che utilizza strumenti della tradizione popolare come organetti, tamburelli, fisarmoniche, lira e pipita.

Un’attenzione speciale per i più piccoli con “BimbinFiera”. L’edizione 2016 riserva un’attenzione particolare per i bambini con “BIMBINFIERA”, una serie di attività ludico-didattiche pensate proprio per i fruitori più piccoli della manifestazione fieristica. Dal 16 al 20 Marzo presso l’ex Caffè Letterario, infatti, l’Associazione “Nemesi” – con una consolidata esperienza nell’ambito della realizzazione di laboratori creativi ed attività di intrattenimento per bambini, assicurerà, dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00, una serie di attività ludico-ricreative destinate proprio agli ospiti più piccoli della Fiera di San Giuseppe. Altre attività ludico-didattiche per i bambini saranno garantite, dal 17 al 19 marzo, dalle 9,30 alle 13,00, sempre negli spazi allestiti nell’ex Caffè Letterario anche dalla ludoteca “Il Cappellaio Matto”. La location prescelta si trasformerà in una piazza ricca di profumo di dolci, grazie all’iniziativa “Biscottando in Fiera”. I bambini saranno invitati a mettere le mani in pasta confezionando biscotti e dando vita alla loro creatività. Altra attività ludica proposta dalla ludoteca “Il Cappellaio Matto” sarà il laboratorio della pasta di sale e, nella giornata del 19 marzo, Festa del Papà, una vera e propria “Fiera in Festa” con canti, balli e poesie.

Data: 14 marzo 2016.

Fonte: Comune di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com