A Corigliano Calabro la ventinovesima edizione della Festa Nazionale del Teatro Amatoriale. L’evento a settembre

Corigliano, teatroLa Calabria, terra aspra ma generosa, in cui si respirano i profumi dei fiori più delicati o quelli aspri degli agrumi portati dalla dolce brezza marina che accarezza il territorio, ricca di fascino ma spesso maltrattata e poco valutata, diventa la location della cultura; infatti, una delle sue città, Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza, è stata eletta capitale del teatro. La Fita (Federazione Italiana Teatro Amatoriale), Comitato provinciale di Cosenza, impegnata nella promozione e nella valorizzazione del territorio, ha ottenuto l’organizzazione della ventinovesima edizione della Festa Nazionale del Teatro Amatoriale “Profumo di zagare … tra Storia, Mito e Realtà” – un evento che porterà la Calabria sotto i riflettori dell’Italia e dell’Europa, una grande opportunità per lo sviluppo e il potenziamento della regione. La kermesse si svolgerà dall’11 al 18 settembre prossimo e vedrà la partecipazione di attori, amanti del teatro e molte compagnie teatrali italiane ed europee. L’iniziativa è stata presentata lo scorso 12 marzo nel fiabesco e incantevole Castello Ducale di Corigliano, ricco di fascino e magia che ha incorniciato un evento di elevata caratura culturale. Al convegno di presentazione (nella foto) dell’evento oltre al sindaco di Corigliano, Giuseppe Geraci sono intervenute numerose personalità, tra le quali: il vice presidente della Provincia di Cosenza Franco Bruno, il presidente nazionale della Fita Carmelo Pace, il presidente della Fita Cosenza Antonio Maria D’amico che ha moderato gli interventi. Erano presenti anche il consigliere nazionale Giuseppe Minniti e il presidente della Fita Calabria Consolato Latella e il sottosegretario ai Beni culturali e deputato calabrese Dorina Bianchi che auspica una buona occasione di rilancio turistico per Corigliano grazie a questo importantissimo evento. “Quale Presidente del Comitato Provinciale di Cosenza – afferma Antonio Maria D’amico – non solo onorato per il premio che la Fita nazionale ha voluto dare al sottoscritto ma un po’ a tutti coloro che quotidianamente lavorano nel Comitato, ma orgoglioso perché finalmente possiamo far conoscere questa nostra meravigliosa terra di Calabria al resto d’Italia e all’Europa. L’avere ottenuto ciò ovviamente ci carica di grandi responsabilità, soprattutto perché è una manifestazione di vasta portata, dove tutto deve essere organizzato nella maniera dovuta, anche e soprattutto perché Corigliano, la Sibaritide e la Calabria intera dovranno uscirne vittoriose e con quei consensi che noi siamo convinti che meritano”.

Maria PARISE

Data: 18 marzo 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com