A Cropalati rivive la storia sulla prima guerra mondiale con lo spettacolo “Gloria … le parole degli eroi”

Fra CastiglioneNON è facile trasmettere il significato della guerra al pubblico. Non è cosa semplice ricordare le pagine buie del nostro Paese, eventi che spesso si disperdono nell’oblio della Memoria. La prima guerra mondiale è ancora oggi una ferita aperta per l’Italia. Questo lo scopo dello spettacolo “Gloria le parole degli eroi” – andato in scena nei giorni scorsi presso l’Istituto comprensivo “B. Bennardo” di Cropalati. Le parole degli eroi è un progetto che da qualche anno cerca di accendere i riflettori sulla memoria storica, con l’intento di sensibilizzare e veicolare la conoscenza tra le generazioni più giovani di quel doloroso periodo. Ideato e musicato dal maestro Francesco Perri, un professionista della musica, che attraverso quest’arte cerca di esportare e creare cultura, nasce dalla necessità di “ricordare il passato” – di riportarlo al presente e perché no, proiettarlo al futuro. Protagonista della rappresentazione, l’attore Francesco Castiglione (nella foto). Attraverso il teatro e non solo, Castiglione trasmette l’arte della recitazione. Da quest’anno è entrato a far parte del cast di “Don Matteo 10” – nel ruolo dell’appuntato Barba. La sua interpretazione ha letteralmente emozionato gli astanti conquistando l’attenzione della giovane platea. L’attore nel ruolo di un giovane soldato italiano al fronte, ha raccontato la vita dei nostri militari in trincea e letto versi toccanti (recuperati da alcune lettere dal fronte). Sono stati ricordati i giovani giustiziati della Brigata Catanzaro, eroi pluridecorati della prima guerra, uccisi ingiustamente da altri italiani solo perché avrebbero voluto ritornare nelle loro famiglie. Questo format è un modo per illuminare le pagine buie del passato che spesso i libri di storia non narrano. Per l’occasione è stata allestita la mostra della pittrice Liliana Calzavara con opere uniche dalla tecnica mista. Apprezzamenti sono stati espressi dal dirigente scolastico Cinzia D’Amico e dai collaboratori della dirigente Vittora De Luca e Giovanni Aiello. L’istituto Comprensivo “ B. Bennardo” – impegnato costantemente in progetti didattici di interesse storico e culturale, ha voluto fortemente questo spettacolo . Fiore all’occhiello per tutti il territorio, esporta quotidianamente tra le giovani generazioni un grande patrimonio di conoscenze. Tutte le toccanti foto dello spettacolo possono essere visionate sul sito dell’istituto www.iccropalati.gov.it. Alla fine i due protagonisti sono subito rientrati al Rendano per le prove dell’ormai imminente spettacolo “San Francesco de Paula” – che debutterà il 2 e 3 aprile a Cosenza.

Omar Falvo

Data: 21 marzo 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com