Ferrovie della Calabria, il personale che opera sulla tratta Cosenza-Valle del Savuto chiede risposte sul futuro del servizio

Ferrovie della Calabria 2“DA TEMPO il personale addetto all’esercizio, di stazione, di macchina e viaggiante operante sulla tratta ferroviaria Marzi – Cosenza (nella foto) è sottoposto a fortissime pressioni e lamentele da parte dell’utenza riconducibili ai troppo frequenti ritardi e ai disservizi che fanno da corollario ad una precarietà non più tollerabile”. Lo affermano i lavoratori che operano sulla linea ferrata che collega la Città capoluogo di provincia al Savuto. In una lettera inviata al Governo regionale e ai vertici aziendali il personale di FdC ha evidenziato alcuni problemi “di ordine tecnico” relativi al servizio “che – si legge nel documento – stanno caratterizzando un quadro di intollerabili incertezze cui è sottoposto quotidianamente il personale e l’utenza”. Nella stessa missiva i dipendenti di Ferrovie della Calabria hanno chiesto risposte immediate al fine di “portare serenità in un settore, quello dei Trasporti, che non può permettersi di lavorare in regime di precarietà psicologica per le responsabilità implicite alla sua tipologia”.“Ci dicano con onestà e coscienza le istituzioni e le maestranze aziendali cosa intendono fare di questa Azienda di trasporto pubblico sottoposta da tempo allo stress più inconcepibile, al fine – hanno evidenziato i lavoratori – di individuare il percorso da compiere finalizzato al suo risanamento o viceversa orientato ad abbandonarla al suo incerto destino”.

G. S.

Data: 13 aprile 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com