25 Aprile, Val Sesia e Valle del Savuto unite idealmente. La partigiana Wanda Canna interviene a Varallo, il padre fu confinato a Bianchi

Lettera Wanda CannaIL PRESIDENTE della Repubblica, Sergio Mattarella, ha preso parte alle celebrazioni nazionali promosse in occasione del 25 Aprile. Mattarella è intervenuto anche a Varallo, in provincia di Vercelli. “E’ sempre tempo di Resistenza . E’ tempo di Resistenza perché – ha spiegato il Capo dello Stato – guerre e violenze crudeli si manifestano ai confini d’Europa, nel Mediterraneo e in Medio Oriente”. Alla stessa manifestazione ha partecipato la “staffetta partigiana” Wanda Canna, figlia di Antonio, confinato a Bianchi, in provincia di Cosenza, nel dicembre 1939. La donna, ricordiamo, è stata in contatto con il professor Leonardo Falbo nel corso della stesura di alcuni testi sulla microstoria. In una lettera (nella foto) inviata all’intellettuale roglianese il primo dicembre 2014, la donna aveva chiesto di conoscere eventuali ricordi del padre da parte della Comunità Biancara. Oggi, nel giorno in cui la Patria ha celebrato la Liberazione dal nazifascismo un sottile Filorosso della Memoria ha unito la Val Sesia, luogo di lotte per la libertà con la Valle del Savuto terra di ospitalità e grande generosità.

Gaspare Stumpo

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com