Santo Stefano di Rogliano, ristrutturata la sede della Scuola per l’Infanzia. E’ stata intestata a Maria Nicoletti

Scuola infanzia 2C’E’ UN SOTTILE filorosso che unisce il passato con il presente della scuola santostefanese. Un legame significativo per questa Comunità del Savuto in cui, nel tempo, hanno operato figure discrete ma importanti per l’educazione di centinaia di giovani. Per diversi anni, infatti, Santo Stefano di Rogliano ha vantato la presenza di una delle sedi scolastiche più all’avanguardia per tipo di struttura e modello d’insegnamento. Siamo nell’epoca compresa tra la fine dell’Ottocento e i decenni a venire. Quella stessa sede che ha ospitato le attività di intere generazioni di studenti è ritornata ai fasti di un tempo e mostra, per questo, un volto moderno per qualità di spazi e suppellettili. L’edificio è stato restaurato su iniziativa dell’Amministrazione comunale che lo ha destinato a Scuola per l’Infanzia. In più, ha scelto di intestarlo alla memoria di Maria Nicoletti, una giovane professoressa venuta a mancare prematuramente nel 1985. “Insegnante Scuola Infanzia 4di spiccata caratura culturale, di rara sensibilità, grande generosità, forte umanità, mitezza e cordialità, è stata un esempio indimenticabile di vita e di professionalità. Intitolare questa scuola alla cara Maria – si legge nella motivazione – rappresenta un atto di riconoscenza da parte dell’intera Comunità, un segno tangibile per ricordarla vicina per sempre”. Maria era nata a Santo Stefano di Rogliano il 17 marzo 1951. Cresciuta in una famiglia che aveva investito con grandi sacrifici nella formazione dei figli, si era dedicata con passione allo studio conseguendo il diploma a Cosenza, presso l’Istituto ‘Lucrezia della Valle’ – e la laurea in Pedagogia, a Lecce, con il massimo dei voti. Scuola Infanzia 3Nel 1971 aveva coronato il suo sogno vincendo il concorso per l’insegnamento nelle scuole fortemente convinta che l’istruzione fosse determinante per la crescita dei giovani e lo sviluppo della Società. Maria Nicoletti (nella foto, sotto, assieme ad alcuni suoi scolari) è stata un punto di riferimento per la famiglia e per gli amici. A giudizio di quanti l’hanno conosciuta “aveva forte capacità di sintesi, sapeva ricamare, cucinare, era attiva, umile, riservata, modesta, generosa e altruista”.  Maria Nicoletti scuolaL’intestazione della nuova sede è avvenuta nel corso di una cerimonia sobria e commuovente durante la quale sono intervenuti il sindaco Lucia Nicoletti, l’assessore alla Cultura Antonio Ungaro, il dirigente scolastico Mariella Chiappetta e il presidente del Centro Studi e Ricerche ‘Stefanos’ Renzo Perri. Presenti, oltre ai componenti della famiglia Nicoletti-Venuto, anche sindaci, altri esponenti del mondo delle istituzioni e genitori. Tra questi, il sacerdote don Saverio Diana, il maresciallo dei Carabinieri, Marco Di Filippo, e suor Silvana Capretti cittadina onoraria di Rogliano e Santo Stefano di Rogliano. L’evento (nelle foto) si è arricchito  del contributo dell’orchestra dell’Istituto Comprensivo di Mangone composta da giovani alunni e guidata dai docenti Giuseppe Di Nardo, Tarcisio Molinaro, Ilde Notarianni e Rita Venneri. Il convegno legato alla manifestazione è stato coordinato dal giornalista Gaspare Stumpo.

R. S.

Data: 09 maggio 2016.

Le foto sono state concesse gentilmente da Roberto Arcuri.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com