Rogliano, tre candidati sindaci e trentasei aspiranti consiglieri comunali. La sfida è già accesa *

Rogliano, Palazzo di Citta 1

*di Gaspare STUMPO

TRE CANDIDATI sindaci alla guida di altrettanti schieramenti composti da trentasei aspiranti consiglieri dei quali una buona parte giovani, neofiti e, per quanto si è capito agguerriti, in quella che si appresta ad essere una campagna elettorale particolarmente accesa sia nei toni che nelle rivendicazioni programmatiche. In palio c’è l’amministrazione del Comune più importante del Sud Cosentino, in un momento di gravi difficoltà sociali, economiche ed infrastrutturali. Governare nel quinquennio 2016/2021 significa avere intuizioni, progettualità, peso politico ma, soprattutto, volontà di guardare al futuro avendo cura di gestire i problemi legati al presente. Vuole provarci il vice sindaco uscente, Giovanni Altomare, con una lista (Roglianoditutti) che si avvale del sostegno del centrosinistra; vuole provarci il medico-odontoiatra Mario Buffone, con un gruppo eterogeneo (Un’altra Rogliano) composto da soggetti di diversa estrazione politica; vuole provarci l’avvocato Cristina Guzzo con un raggruppamento (Esserci per Fare), anch’esso di espressione civica e apartitica. Non saranno della “partita” invece quelli vicini al Movimento Cinque Stelle (Rogliano in Movimento), che in un convegno anche piuttosto recente avevano rappresentato la volontà di partecipare alla competizione. Per chi c’è (tuttavia per chi è destinato alla vittoria) la sfida è rappresentata dal controllo della spesa pubblica, dalla ottimizzazione dei servizi sul territorio, dalla capacità di costruire opportunità con un occhio strizzato alla conurbazione. In futuro, però, il nuovo Governo della Città sarà impegnato principalmente nella gestione delle problematiche che da più anni interessano il mondo della Sanità e tra di esse quella del presidio ospedaliero ‘Santa Barbara’. Un argomento, quest’ultimo, molto delicato e complesso che già sta “infiammando” la campagna elettorale. Intanto, all’esordio le parole più gettonate dai gruppi sono state “roglianesità – “impegno e competenza” – “idee per la Comunità” – “confronto” – “responsabilità”. Come dire, l’entusiasmo non manca e nemmeno la voglia e la competenza a fare. Ma dal 6 giugno in poi, comunque, sarà tutta un’altra storia.

Data: 15 maggio 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com