“I roglianesi hanno premiato il solo progetto credibile in campo”. Amministrative 2016, nota del PD

Roglianoditutti“LE RECENTI elezioni amministrative hanno ancora una volta dimostrato che la nostra Comunità, nell’esercizio libero del diritto di voto, sa premiare quelle donne e quegli uomini che si propongono ai cittadini con idee e proposte per il futuro, a viso aperto, senza infingimenti e falsità. Col voto del 5 giugno Rogliano ha sancito ancora una volta la fine del feudalesimo politico. I roglianesi hanno detto che per amministrare la loro Comunità occorre competenza e dedizione, perché non basta più il paternalismo accondiscendente che ha caratterizzato l’azione politica roglianese del passato. Nell’urna i nostri concittadini hanno anche saputo adeguatamente valutare progetti amministrativi certamente sinceri ed onesti ma che fin dall’inizio sono apparsi velleitari e pretestuosi, con tendenze elitarie al limite del settarismo, veicolati da toni fintamente concilianti che spesso sono invece apparsi talmente ultimativi da sfociare nell’arroganza. Per amministrare una Comunità serve capirne il popolo, conoscerlo e conoscerne problemi ed esigenze, e solo chi vive col popolo può riuscirci. Il rapporto con i cittadini si crea nelle piazze, per le strade, guardando la gente in faccia, e non da dietro la tastiera di un computer o di un telefonino. Cari amici del centrodestra, la campagna elettorale si fa tra la gente e non su Facebook, magari senza fare affermazioni avventate o fuochi d’artificio ad urne ancora aperte, perché immancabilmente si diventa ridicoli. Parafrasando Shakespeare potremmo dire: molto rumore per nulla!

Alla fine, nel segreto dell’urna, i roglianesi hanno premiato il solo progetto credibile in campo, ossia quello della lista “Rogliano di Tutti” (nella foto) del nostro Giovanni Altomare, naturale erede di una tradizione amministrativa di centrosinistra che dalla metà degli anni ’90 in poi sta dando lustro al nostro paese. Eredità che Giovanni ha meritato sul campo, impegnandosi per anni a servire la nostra Comunità, coronando un percorso politico lungo, coerente e democratico che ha portato il nostro Partito ad indicarlo all’unanimità come candidato a Sindaco. In una competizione elettorale caratterizzata da candidati del centrodestra roglianese che, forse per vergogna, hanno cercato invano di far dimenticare ai cittadini le loro appartenenze politiche ammantandosi in una finta veste civica, Giovanni Altomare ha rivendicato con forza ed orgoglio la sua appartenenza al Partito Democratico, dando dignità alla politica sana e disinteressata, che mai è stata lambita da sospetti o dubbi e che pertanto non ha motivo di nascondersi ai cittadini.

Vogliamo che sia fin da subito chiaro a tutti che con la stessa convinzione con cui lo abbiamo proposto, con lo stesso entusiasmo con cui lo abbiamo appoggiato in campagna elettorale, così lo sosterremo nel suo percorso politico-amministrativo che sta per iniziare. Un cammino certamente complicato che persegue l’obiettivo – ambizioso ma possibile – di migliorare Rogliano preparandola al futuro attraverso la formazione di una nuova classe dirigente che possa nei prossimi anni essere in grado di guidare il paese nelle sfide che lo attendono. Giovanni avrà al suo fianco un gruppo di giovani donne e uomini che sono pronti a spendersi per la loro comunità, senza chiedere niente in cambio: al nuovo Sindaco il compito di guidarli con l’autorevolezza che tutti noi e che i cittadini gli riconoscono.

Il Partito Democratico di Rogliano (nella foto: Franco Bernaudo, responsabile cittadino del PD) sosterrà con forza questo processo di innovazione, sostenendo senza tentennamenti e senza riserve la nuova Amministrazione di Giovanni Altomare che oggi, con malcelato orgoglio, abbiamo il piacere di chiamare Sindaco”.

Data: 20 giugno 2016.

Fonte: Partito Democratico – Circolo di Rogliano.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com