Rogliano. Esserci per Fare: “confusione e superficialità al primo Consiglio comunale”.

Cristina Guzzo 1ts“GRANDE confusione e purtroppo superficialità hanno caratterizzato il primo Consiglio comunale che si è tradotta anche in un errore nell’elezione del presidente del Consiglio.” Questo dichiara il movimento Esserci per Fare (nella foto, Cristina Guzzo) che, al termine dell’Assise, ha subito evidenziato alla segreteria che “la votazione del ripescato Spadafora (ricordiamo che entra nella maggioranza insieme a Vizza grazie ai dimissionari consiglieri ora assessori Cicirelli e Altomare) non è stata regolare atteso che, nella prima ed unica votazione messa in atto dalla maggioranza, è risultato non avere i 4/5 necessari come stabilito dallo statuto, per diventare presidente del Consiglio. Bastava pertanto una seconda votazione per legittimare a maggioranza semplice l’elezione di Salvatore Spadafora”. “Chiediamo al neo sindaco Altomare che si riunisca nell’immediato il Consiglio comunale per dare regolarità alla nuova Compagine amministrativa, e così dare un segnale che si intraprende una strada fatta di regole e trasparenza. Certo, come minoranza, avremmo preferito che la stessa individuazione del presidente fosse avvenuta con più condivisione in modo da coinvolgere realmente (e non a pochi minuti dall’inizio del Consiglio) la minoranza e far sì che la presidenza fosse realmente condivisa da tutti. Nessuna preclusione nei confronti dell’avv. Spadafora ma, anche in questo caso, la forma diventa sostanza. Così, notiamo che altre fondamentali deleghe, non da ultima il Bilancio, non sono state conferite dal sindaco. Ciò vuol dire che queste deleghe restano nelle sue mani? Perché specificare solo la delega alla Sanità e quella alla Viabilità e non parlare con chiarezza del resto? Questa la fiducia che il sindaco da alla sua squadra?”.

Data: 23 giugno 2016.

Fonte: Esserci per Fare.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com