Camigliatello, la FCL 353 ritorna in Sila: oggi la presentazione dei servizi. Associazione Ferrovie in Calabria: “data storica”

FDC Camigliatello silano1UNA NUOVA DATA destinata a fare la storia delle Ferrovie della Calabria e del trasporto su rotaia della nostra regione: il 2 agosto 2016 verrà infatti ricordato per essere il giorno in cui, la mitica vaporiera FCL 353 ha nuovamente posato le sue ruote sui binari della Ferrovia Silana. Un sogno che per noi di Associazione Ferrovie in Calabria si realizza, dopo quasi cinque anni di battaglie, fatte di una miriade di iniziative sul campo, convegni, istanze alla politica regionale, sensibilizzazione delle istituzioni: da oggi la riapertura della Ferrosilana, per iniziare sul tratto di 13 km tra Moccone e San Nicola Silvana Mansio, è ancora più vicina. Una riapertura che è stata possibile grazie alla sensibilità della Regione Calabria a guida Mario Oliverio, che ha saputo cogliere e mettere in pratica tutto ciò che, come anticipato, abbiamo ribadito in tutti questi anni, anche assieme a tante altre associazioni del territorio silano, calabrese e nazionale, come per esempio la Confederazione della Mobilità Dolce – Co.Mo.Do. Una riapertura resa possibile dall’enorme lavoro svolto, in tempi strettissimi, da quello “strano” ma a dir poco glorioso mix di maestranze e dirigenti delle Ferrovie della Calabria, Impresa Francesco Ventura e Calabria Verde, che hanno lavorato fianco a fianco in queste settimane in cui abbiamo seguito passo passo i lavori di ripristino della tratta ferroviaria.

Vogliamo infatti ricordare, molto brevemente, che tutto è iniziato con i meticolosi interventi di disboscamento e pulizia della tratta Moccone – San Nicola Silvana Mansio, svolta dagli addetti di Calabria Verde, ai quali, a lavori di pulizia ancora in corso d’opera, si è affiancata l’Impresa Francesco Ventura di Paola che ha sostituito con rapidità e professionalità, le traverse ed effettuato la rincalzatura del binario, successivamente allo spargimento del pietrisco ad opera delle Ferrovie della Calabria tramite motocarrello Gleismac e carri tramoggia. Il tutto, mentre venivano trasferite a Camigliatello le tre carrozze a terrazzini (addirittura la vettura mista-bagagliaio a due assi è stata totalmente rimessa a nuovo!).

Ancora questa mattina, quando la (Borsing, ndr) 353 è finalmente giunta in Sila, la “tripla simbiosi” era ancora pienamente attiva alla stazione di Camigliatello Silano: a breve termine Calabria Verde proseguirà i lavori di disboscamento anche verso San Giovanni in Fiore, in vista di un ripristino funzionale anche della tratta terminale della Ferrosilana.

Ma ricostruiamo brevemente com’è avvenuto l’incredibile trasferimento della vaporiera, ad opera della ditta Francesco Ventura di Paola, tramite carrello stradale, scortata dai mezzi e dal personale di Ferrovie della Calabria. La curiosa ed irripetibile “carovana” – partita a lampeggianti spiegati dal deposito di Cosenza Vaglio Lise poco prima delle 6 del mattino, era composta da un mezzo di FdC, condotto dal mitico Capo Unità Tecnica Antonio Massarini, il tir della ditta Francesco Ventura con la FCL 353 caricata su carrello stradale, un furgone di FdC trasportante una rampa (autocostruita proprio dal CUT Massarini) per il caricamento/scaricamento della vaporiera, ed in chiusura un secondo mezzo delle Ferrovie della Calabria, segnalante il trasporto eccezionale. Noi di Associazione Ferrovie in Calabria, partiti di buon d’ora da San Giovanni in Fiore dove abbiamo pernottato, abbiamo intercettato lungo la SS107 l’incredibile trasferimento, fotografando e riprendendo lo stesso in più punti, fino al termine corsa alla stazione di Camigliatello Silano, dove la vaporiera è stata rapidamente (ma con una precisione millimetrica) trasferita dal carrello stradale ai binari. Presente sul posto il Direttore Generale di Ferrovie della Calabria Giuseppe Lo Feudo, con il quale ci siamo complimentati per l’importantissimo obiettivo raggiunto… la cui notizia sta facendo il giro d’Italia ancor prima della vera e propria inaugurazione del servizio!

Inaugurazione che avverrà, come abbiamo già anticipato sui nostri canali facebook, lunedì 8 agosto alle ore 17.00, alla stazione di Camigliatello Silano (oggi, nella foto dalla Rete): in questa occasione, verrà presentato il programma di gestione dei servizi turistici da parte di FdC, alla presenza del presidente Mario Oliverio, dell’assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno e delle istituzioni locali. Ovviamente non mancherà la nostra presenza, essendo stati onorati dall’aver ricevuto invito ufficiale a partecipare all’evento sia da parte di Ferrovie della Calabria, che da parte dell’ufficio presidenza della Regione Calabria: non mancheremo noi, ed ovviamente non mancheranno anche alcune nostre proposte collaborative nella pubblicizzazione e promozione di un servizio ferroviario turistico, che dopo 8 anni di stop, ha bisogno di un vigoroso rilancio anche a livello nazionale ed internazionale.

Insomma, in un momento in cui l’emozione è davvero ancora tanta, tantissima (e siamo ancora all’inizio!), vogliamo concludere questo articolo ringraziando ancora una volta chi ha creduto in noi, nelle nostre iniziative e nel nostro sogno di rivedere il treno sbuffare sulla Ferrosilana: iniziando ovviamente dalle Ferrovie della Calabria, con le quali già da due anni organizziamo periodicamente alcuni treni speciali a vapore sulla tratta Cosenza – Rogliano, passando ovviamente l’assessore alle Infrastrutture Roberto Musmanno, e per gli amici onorevoli Franco Laratta e Giuseppe Giudiceandrea, che hanno seguito e promosso tutte le nostre iniziative degli ultimi anni. Un esempio di buona politica per il territorio, che speriamo che in Calabria possa essere replicato sempre di più, lasciandoci alle spalle il disfattismo, l’apatia e l’attaccamento agli interessi personali che per un ventennio ha contraddistinto la nostra regione.

Data: 08 agosto 2016.

Fonte: Associazione Ferrovie in Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com