A Colosimi attenta discussione sul testo di Ciro Servillo (Manu. Viaggio fino al cielo di Auschwitz) dedicato al dramma degli ebrei

manu ciro servillo a colosimiTRA I NUMEROSI libri che raccontano la tragedia dello stermino di milioni di ebrei ad opera dei nazisti, spicca in libreria il testo “Manu. Viaggio fino al cielo di Auschwitz” di Ciro Servillo, edizioni Pellegrini. Un viaggio da Monaco di Baviera a Milano, da Ferramonti a Rogliano, per approdare nuovamente nel nord d’Italia, a Villanova d’Asti, e poi nelle carceri di Torino e Milano. Promosso dal Comune di Colosimi, nella sala consiliare ne hanno discusso (nella foto) oltre all’autore, Manolo Talarico, sindaco; Roberta Rizzuto, consigliera; Domenica Sciumbata, assessore; Eugenio Maria Gallo, docente storico e Pasquale Taverna, docente. Tra gli altri presente Gabriella Gallo presidente della Proloco. Ha coordinato Antonio Simarco, assessore alla Cultura di Rogliano, che in apertura dei lavori ha letto alcuni passi del libro e sottolineato come la storia-microstoria del territorio portata alla luce da Servillo accomuna e rende partecipi e consapevoli del passato la Comunità tutta.

Lineare, lucida e a tratti accorata l’intervento del professore Gallo (ha curato la prefazione) figura di spicco del territorio del Savuto profondo conoscitore della microstoria, intervenuto nel dibattito chiarisce che il libro di Servillo “è un romanzo, ben sviluppato frutto dell’intellettuale e dell’educatore. Il racconto dell’autore – prosegue – si basa su documenti storici e riscontri autentici, testimonianze di persone e affini. Una ricostruzione e una capacità di elaborazione che fornisce una chiara e completa visione della storia narrata, e della tragedia dell’antisemitismo di quegli anni”. “L’autore – prosegue lo storico – guarda al dramma degli ebrei, alle vicende delle persone e delle famiglie che dimorano nelle pagine del suo romanzo e le osserva con sofferta partecipazione”. “Descrive – aggiunge Gallo – le loro ansie, angosce, paure dolori e sottolinea la solidarietà e l’ospitalità della gente, non solo di Rogliano ma anche degli altri luoghi. Servillo, prende per mano Manu, ragazzo ebreo e lo accompagna tra le pagine del suo romanzo, cogliendone e proponendone palpiti e sentimenti. Un sentimento, quello dell’autore, di empatia con i protagonisti in particolare con Manu”. Il sindaco Talarico, sottolinea l’importanza della fatica letteraria dell’autore, che nel racconto si immedesima in Manu e colpisce la descrizione della vita quotidiana dove risalta l’importanza dei valori e dei sentimenti. Rizzuto e Sciumbata entrano nel vivo del racconto i cui avvenienti hanno scosso le loro coscienze e posto degli interrogativi marcando che la storia insegna, l’odio non porta niente di buono e pertanto nel mondo c’è bisogno di amore e rispetto per la vita. “Merito all’autore – chiarisce Taverna – di mettere in luce e far vibrare le nostre coscienze su un tema attualissimo, che evidenzi comune sulla violenza di ieri e le analogia con oggi (con le dovute differenze) ci aiuta a comprendere la natura dell’uomo, l’indifferenza della maggioranza e l’incapacità delle Istituzioni di tutelare il più debole (immigrati, rifugiati)”. Quello di Manu, è il racconto di un viaggio compiuto nei luoghi e nella Storia dell’Europa del XX° secolo, da inconsapevole protagonista di una delle pagine più nere dell’intera umanità. Un treno che corre su e giù per l’Italia e l’Europa, colmo di passeggeri pieni di paura per il futuro e di una speranza sempre più fievole, che sosta in posti in cui è ancora possibile assaporare la pietà umana, per poi riprendere la sua corsa. Ultima fermata Auschwitz. La vicenda del giovane Manu è quella di migliaia di ebrei che hanno subìto la follia delle leggi razziali. Gente sradicata dalla propria terra e condotta in posti sconosciuti. Famiglie divise e umiliate, costrette a vivere l’internamento libero e le atrocità dei campi di concentramento, per concludere la loro sfortunata vicenda nei luoghi del non ritorno.

P.T.

Data: 12 agosto 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com