I perchè del gruppo Un’altra Rogliano. Nuovo “affondo” della componente consiliare di minoranza

Mario BUFFONE ts<<OGGI si parla di politica! Ma che cattivoni questi del gruppo Un’altra Rogliano (nella foto, Mario Buffone), ogni giorno ne trovano una! Eppure c’è una evoluzione continua di balle dette sul conto di questo gruppo. Si è partiti dallo storico “non sapete neppure leggere una delibera” ad essere bollati come sovversivi o golpisti come dir si voglia. Vabbè perdoniamo la maggioranza, quando si parla a braccio magari si dicono cose non si pensano. In questo intervallo di tempo (saranno al massimo 4/5 mesi eh), giù tutta una serie di “lusinghe”: dall’attualissimo “terroristi” al sempre verde “figliocci” – senza dimenticare “traditori” – “viziati” e anche “ladri” perché non ci manca niente, le abbiamo proprio tutte! Però poi, boh, il giochino si rompe e si scopre, con meraviglia di molti, che le delibere le sappiamo leggere e guarda un po’, riusciamo a comprendere anche cosa vi sia scritto su una determina, sorprendente! “Si, va bene ma perché fate politica solo tramite carte bollate e sui social, con tutti problemi che ci sono?”. Ottima replica, però ci hanno insegnato fin da bambini che se uno sbaglia non deve far finta di nulla, si chiede scusa, si ripara all’errore, quando possibile, e poi ormai i social saranno pure una piazza virtuale ma sempre di piazza si tratta. Avevamo detto che parlavamo di politica o meglio di fatti politici. Sarà vero, come dite voi, che sappiamo poco o nulla di politica, ma non vi sembra assai grave il fatto che due deleghe come Bilancio e Cultura non siano in mano ad un assessore ma declassati a semplici deleghe?

Delega al Bilancio poi data a chi in Consiglio non doveva neppure esserci! La delega al Lavoro poi chi ce l’ha? È possibile che in una zona con un tasso di disoccupazione abnorme soprattutto a livello giovanile manchi una delega di tale peso? È possibile che, nell’auspicabile ipotesi che Cosenza venga scelta come prossima Capitale della Cultura europea, l’assessore bruzio debba confrontarsi con un consigliere anziché un assessore?

È mai possibile che un Comune in grosse difficoltà economiche non abbia un assessore al bilancio ma un semplice consigliere delegato? Siamo un po’ cattivelli ed essendo, come dite voi, impreparati, ci siamo presi la briga di studiarci il T.U.E.L. (Testo Unico degli Enti Locali) e incrociarlo con lo statuto comunale: ne viene fuori, secondo quanto stabilito dall’art 47 titolo III capo primo del T.U.E.L., che il numero degli assessori non deve essere superiore a un terzo dei consiglieri.

Nel nostro caso dunque sono previsti massimo quattro assessori, cosa giustamente confermata dallo statuto comunale all’articolo 43 capo III n. 2 dove si specifica che il numero massimo di assessori non può essere superiore al limite previsto dalla legge. Ne consegue che un’eventuale nomina di un quinto assessore non si può fare (uhh che disdetta!) e non è un fatto di carte bollate, è una cosa di legge, e la legge signori miei va rispettata. Dura Lex Sed Lex! Poi chissà metteranno su una magia alla Silvan e riusciranno a mettere una toppa anche qui. Una spiegazione a quella che attualmente pare essere una anomalia abbiamo provata a darcela e ve la offriamo.

Se è vero infatti che il nostro sindaco è della stessa corrente interna al PD di Magorno (ricorderete infatti che era candidato nella sua lista alle primarie di due anni fa) e che Magorno è l’uomo di Renzi in Calabria, capirete come in realtà Rogliano altro non è che un laboratorio politico, un esperimento condotto da Renzi in persona con la collaborazione del nostro sindaco.  Nel prossimo governo pare infatti che, grazie al “modello Rogliano” – non saranno più presenti i ministri di economia, lavoro e pubblica istruzione. Si aprirebbe però il problema che tre ministeri con portafoglio siano senza ministro, un bel pastrocchio dal quale siamo sicuri che il nostro sindaco avvalendosi del suo vice saprà porvi rimedio>>.

Data: 13 agosto 2016.

Fonte: Gruppo consiliare ‘Un’altra Rogliano’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com