‘Sulle tracce dei briganti’. Bianchi, escursione nei luoghi di Pietro Bianco grazie alla iniziativa dell’associazione C@rlopolis

bianchi ex 2“SULLE tracce dei briganti”. E’ l’escursione svoltasi l’altro giorno a Bianchi promossa dall’associazione “C@rlopolis” in collaborazione delle associazioni del territorio. “C@rlopolis” ha come obiettivo la promozione dello sviluppo economico, sociale e culturale dei territori montani calabresi, in particolare dei territorio del Reventino e Alto Savuto. “Lo scopo dell’associazione – ha detto tra l’altro Raffaele Arcuri– è la promozione e la ripresa delle piccole attività agricole nei terreni dismessi e sperimentare una nuova forma di turismo condiviso”. L’affascinante percorso è incentrato a riscoprire le tracce di Pietro Bianco, prima garibaldino e poi brigante. Dopo riempito le borracce d’acqua alla fontana di “Piscino” – periferia di Bianchi (Statale per la Sila) ci si è concentrati su un piazzale in località “Maurizio” adiacente il fiume Corace da dove 81 appassionati della natura provenienti dai comuni limitrofi, residenti e vacanzieri hanno iniziato “l’avventura”. Lunghezza, del percorso 7 Km circa (andata e ritorno), dislivello 400 metri circa, difficoltà T (poco impegnativa) e tempo di percorrenza 3 ore. La prima parte è su asfalto e in leggera salita. bianchi brigantiAll’inizio dello sterrato ci si inoltrerà nel bosco e, dopo circa un chilometro, si lascia la comoda pista imboccando uno stretto e ripido sentiero in parte esposto (in questa parte del percorso gli adulti prestino particolare attenzione ai minori). Tra ruscelli e cascate si raggiungerà l’antro della grotta, in località Malisirici, uno dei rifugi montani del brigante realizzato su una parete rocciosa del fiume Corace, che nasce poco distante e dopo un percorso di circa 60 km sfocia nel mar Jonio a Catanzaro Lido. La sosta nei pressi della grotta del brigante, prima di avventurarsi all’interno di questa, è servita al gruppo a prende fiato ed ascoltare alcuni commenti storici del periodo 1860 esposti da: Alessio Cristiano e Pasquale Taverna (Bianchi) Santo Butera (Carlopoli) ed altri. Dopo, tra tanti sospiri, commenti, ammirazione, sorprese ecc. il nutrito gruppo di escursionisti, felice e soddisfatto ha ripreso il cammino e tratteggiando un anello ha fatto ritorno al punto di partenza.

Pasquale Taverna

Data: 20 agosto 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com