L’ex ministro Barca ospite dell’incontro Strategia Nazionale Aree Interne – Scouting Territoriale sull’area Reventino e Savuto

barca-1IN OCCASIONE dell’incontro Strategia Nazionale Aree Interne – Scouting Territoriale sull’area Reventino e del Savuto, Fabrizio Barca, ideatore e motore dell’iniziativa, insieme a Mario Talarico, sindaco di Carlopoli (Comune capofila) e ai sindaci del territorio, rappresentante del Gal Savuto e Reventino ha visitato l’Abbazia Santa Maria di Corazzo (nella foto). Ad accogliere l’ex ministro, oggi del Comitato Nazionale Aree Interne, c’erano alcuni rappresentanti del Progetto Gedeone con Fra Guida (Antonio Mangiafave) che ha illustrato la storia del sito, e le attività di animazione del progetto La Giunta regionale della Calabria ha individuato il Reventino – Medio Savuto “area pilota” per l’elaborazione di una strategia d’area orientata allo sviluppo locale. Tra le quattro Aree Interne calabresi la scelta è caduta su quella del ReventinoMedio Savuto per la qualità del “tessuto imprenditoriale” – lo “spirito associativo” manifestato dai Comuni e “l’offerta formativa innovativa” delle scuole che vi operano. Quattordici i comuni interessati all’ambito progetto di sviluppo, sette della provincia di Catanzaro (Carlopoli, Cicala, Conflenti, Decollatura, Motta Santa Lucia, Serrastretta e Soveria Mannelli) e sette di Cosenza (Bianchi, Carpanzano, Colosimi, Panettieri, Parenti, Pedivigliano, Scigliano). L’auspico è quello del dialogo e abbandono del campanilismo fra i comuni e quindi la nascita di una ““progettazione partecipata” per individuare esigenze e bisogni effettivi comuni del territorio. Il Progetto Gedeone, attraverso Antonio Mangiafave fa sapere di essere orgoglioso di poter dare un contributo per la valorizzazione delle risorse naturali e culturali per lo sviluppo del turismo sostenibile è di contribuire al recupero del patrimonio artistico, alla conoscenza presso un pubblico più ampio di territori che erano del tutto fuori dai grandi circuiti turistici, e alla realizzazione di una nuova occupazione anche nell’ambito di soggetti svantaggiati. L’impegno intorno all’animazione di Corazzo comincia a dare i suoi frutti, la visibilità del luogo ha raggiunto ormai un osservatorio sempre più vasto e qualificato, contribuendo a far notate quello “spirito associativo” da sempre auspicato dal Progetto Gedeone

Pasquale Taverna

Data: 19 settembre 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com