Scigliano, paese dell’accoglienza. Quattro famiglie di diversa nazionalità ospiti nel paese della valle del Savuto. Intervista al sindaco Pane*

raffaele-pane

*di Omar FALVO

SCIGLIANO, in provincia di Cosenza, non smette di stupire. Nel borgo circondato dai boschi antichi della valle del Savuto, una straordinaria iniziativa ha preso vita da qualche mese. Scigliano sta lentamente diventando il paese dell’accoglienza. Ben quattro famiglie, provenienti da varie nazionalità, sono ospitate sul posto. Abbiamo raggiunto il sindaco, Raffaele Pane (nella foto), per conoscere questo progetto.

-Sindaco il suo paese ha superato i confini del Mediterraneo, vuole parlarci di questa straordinaria iniziativa?

Abbiamo deciso di individuare, come forma di progetto – “l’accoglienza di famiglie”. Con i miei concittadini riteniamo che il nostro territorio possa ospitare delle famiglie ed integrarle perfettamente nel tessuto sociale del luogo. 

Quante sono le famiglie presenti sul territorio? 

Ad oggi abbiamo ben quattro famiglie: due provenienti dal Kurdistan, una della Nigeria e una famiglia Libico-Marocchina con tre bambine che frequentano la nostra scuola. A breve avremo anche la nascita di un bambino.

-Dove vuole arrivare con questo progetto?
Spero che questo progetto possa essere da esempio sul territorio del Savuto. La Calabria è stata da sempre terra di integrazione. Con il mio Comune voglio diventare un modello. Le famiglie sono ospitate all’interno del centro di Scigliano. Noi avevamo una struttura, che abbiamo messo a disposizione. Posso aggiungere che le famiglie sono perfettamente integrate con la ma cittadinanza, in particolare con i giovani.

Grazie sindaco. E buon Lavoro.

Data: 15 ottobre 2016.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com