E’ nato il primo bambino ‘curdo-sciglianese’. Il sindaco Raffaele Pane: “il nostro è il paese dell’accoglienza” *

scigliano

*di Gaspare STUMPO

SI CHIAMA Renè, pesa tre chili ed è nato a Cosenza. Si tratta del primo bambino venuto alla luce in Italia iscritto all’anagrafe di Scigliano (nella foto). Il piccolo è figlio di una coppia di origine curda ospite nell’ambito di un progetto di accoglienza sostenuto dall’Amministrazione comunale di Scigliano. L’iniziativa coinvolge quattro famiglie: due provenienti dal Kurdistan iracheno, una dalla Nigeria, una quarta proveniente dall’area libico-marocchina. “Siamo felici ed orgogliosi per questa bella notizia”. Il sindaco Raffaele Pane ha ribadito la propria soddisfazione per il lieto evento sottolineando lo spirito di accoglienza e il senso di umanità che da sempre contraddistingue la sua Comunità. Pane ha auspicato che tale esperienza possa rappresentare un esempio positivo per il territorio del Savuto. “Vogliamo costituire un vero e proprio modello. Le famiglie – ha affermato il primo cittadino – alloggiano presso una struttura messa a disposizione dal Comune e sono perfettamente integrate con il resto della popolazione”. Quello di Scigliano è un progetto orientato che coinvolge gli enti locali e le associazioni locali. Un modello Sprar che ha avuto successo in altri centri della regione in quanto favorisce la continuità del percorso d’inserimento socio-economico dei rifugiati (e richiedenti asilo) basato sulla buona accoglienza. Scigliano è davvero il “paese dell’accoglienza”. Da queste parti, ricordiamo, da quattro anni è attivo anche il programma ‘Pitagora Mundis’ che coinvolge, all’interno dell’istituto scolastico cittadino, alcuni ragazzi del Kurdistan Iracheno. I giovani sono impegnati in attività didattiche mirate alla formazione professionale in agricoltura.

Data: 31 ottobre 2016.

Fonte: ‘Cronache delle Calabrie’.

 

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com