Coldiretti protagonista alla “Giornata dell’Agricoltura Calabrese”. Oliverio: “lavoro attento, responsabile e progettuale”

giornata-agricoltura-lamezia-foto-sala“UN GRAZIE alla Coldiretti per il lavoro attento, responsabile e progettuale che porta avanti ed un grazie anche per le critiche. Devo dare atto – ha continuato – di un impegno strenuo su tutti i fronti senza tralasciare nulla, anche su vicende non strettamente agricole e questo profondamente distingue il DNA della Coldiretti”. E’ lo stesso presidente della Regione Calabria Mario Oliverio nel suo intervento conclusivo, davanti ad una sala stracolma con oltre 1500 agricoltori, tanti sindaci e rappresentanti delle istituzioni ad iniziare dal presidente del Consiglio Nicola Irto, dall’on. Nicodemo Oliverio e dal procuratore della repubblica Mario Spagnuolo, a decretare il grande successo e il riconoscimento all’azione di Coldiretti e dei Consorzi di Bonifica nella “Giornata dell’Agricoltura Calabrese” (nelle foto) – organizzata dalla Coldiretti in collaborazione con ANBI – Calabria e svoltasi a Lamezia Terme. Una manifestazione imponente, che testimonia persistenza e scelte coraggiose portate avanti a livello nazionale e regionale. “Da tempo e non da oggi – ha rimarcato il presidente regionale Pietro Molinaro – siamo per un modello di sviluppo sostenibile, identitario e distintivo: oggi possiamo affermarlo con maggiore convinzione proprio con questa entusiasmante platea Un modello che abbiamo sempre trasferito nelle applicazioni concrete a partire dalle scelte sui fondi comunitari e oggi, guardando gli indicatori economici i fatti ci danno ragione. Abbiamo sempre lavorato anticipando i tempi con un lavoro preparatorio e di impegno quotidiano e una attenzione costante agli interessi delle imprese e dei cittadini mettendo sempre al centro i beni comuni che sono anche acqua e sistemi irrigui, tutela del territorio, valorizzazione del capitale umano. I tanti giovani che oggi sono qui – ha proseguito – sono ormai la “prima linea” – e spingono decisamente in modo incisivo e creativo sul sistema produttivo. Tanti i risultati ottenuti – ha rivendicato Molinaro – solo per citarne alcuni: etichettatura latte, IMU agricola, tracciabilità grano, abbattimento delle tasse (IMU, Irap, Irpef agricola), legge sul caporalato, testo unico sul vino. Altri – ha puntualizzato – ragionano in un’altra prospettiva che non è e non può essere la nostra. Noi siamo veri guerrieri che combattiamo – ha aggiunto – non perché odiamo chi è davanti, ma perché amiamo chi è insieme a noi e combatte per la Calabria”. Hanno dato tono anche puntuali report sulla semplificazione e sburocratizzazione amministrativa per le aziende agricole, scelte strategiche e opportunità sulle filiere agroalimentari e tutela del territorio, e non da ultimo sottolineature sulla legislazione regionale con la necessità di alcune leggi tra le quali quella sui cinghiali e una analisi sulle entrate e uscite della Regione nel 2016. “Sono testimone di queste battaglie vinte – ha riconosciuto l’on. Nicodemo Oliverio componente commissione agricoltura della Camera – grazie alla testarda e continua azione di Coldiretti che è sotto gli occhi di tutti”. Di rilievo e molto seguito il tema della legalità nel settore agroalimentare del procuratore Mario Spagnuolo che ha avvalorato l’impegno sui principi che vanno oltre gli interessi che si rappresentano e per questo, non bisogna fornire alibi a chi se ne infischia del Made in Italy e della qualità e genuinità”. Il presidente Nicola Irto ha riconosciuto la tenace responsabilità di Coldiretti e ha annunciato l’approvazione in Consiglio regionale dei Piani di Classifica dei Consorzi di Bonifica. Il presidente Mario Oliverio, nel suo appassionato intervento ha analizzato i dati positivi del settore agroalimentare che ha detto “è quello che ha retto, sia in termini di export, che di crescita del Pil. Tutto questo grazie alla forza imprenditoriale ed alla capacità di innovare, in sinergia con la ricerca, ed alla forza di competere. La qualità, insomma, si è coniugata con l’innovazione.” Il PSR – ha aggiunto – è in piena fase operativa, con bandi semplificati, perché le procedure sono state digitalizzate, in modo da ridurre anche i tempi delle istruttorie. Abbiamo imboccato insieme la strada giusta e – ha affermato con orgoglio – adesso dobbiamo correre con la semplificazione amministrativa e la sussidiarietà dei SuperCAA. Nel PSR – ha aggiunto Oliverio – abbiamo scelto di valorizzare le filiere produttive. Anche nel Patto per la Calabria abbiamo allocato risorse per le filiere. Un capitolo speciale lo ha dedicato ai Consorzi di Bonifica che devono avere uno spazio ed un ruolo ancora più importante. Hanno dato buona prova di intervenire anche su mia specifica richiesta quando vi è stato bisogno. Sono convinto – ha aggiunto – che attrezzandoli, i consorzi, possono costruire nuclei permanenti di manutenzione delle aste fluviali e sulla mitigazione dei rischi idrogeologici per la indispensabile azione di prevenzione. Serve una generale e maggiore razionalizzazione dei costi e su questo di concerto con Anbi Calabria e Coldiretti stiamo lavorando. In questo quadro bisognerà approvare anche i Piani di Classifica e i Consorzi – ha concluso – daranno altresì un grande contributo visto che sono protagonisti della progettualità del PSR”.

Data: 15 novembre 2016.

Fonte: Coldiretti Calabria.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com