“In rete per l’Archeologia”. A dicembre primo ciclo di seminari al Museo dei Brettii e degli Enotri con i direttori dei Musei della Calabria

museo-dei-bretiMETTERE in rete i musei archeologici della Calabria per meglio realizzare gli obiettivi della nuova Riforma del MiBACT, che pone molto l’accento sulla valorizzazione, sulla necessità di fare sistema tra gli attrattori culturali al fine di una ricaduta turistica più efficace sui singoli territori. La risposta del Museo dei Brettii e degli Enotri arriva da “In Rete per l’Archeologia” – seminari che ospitano, di volta in volta, uno dei direttori dei musei della Calabria. Già dal titolo appare forte la volontà di dare seguito, con iniziative che coinvolgano quanto più possibile i cittadini, al disegno di polo museale nei fatti già delineato e formalizzato.

Per il momento sono stati calendarizzati gli appuntamenti del mese di dicembre, tutti alle ore 17.00:

-giovedì 1° dicembre, inaugura il ciclo di seminari Gregorio Aversa – Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Crotone, del Museo e Parco Archeologico di Capo Colonna e del Museo e Parco Archeologico di Scolacium – che intratterrà sul tema “Fra Kroton e Scolacium. Musei e parchi archeologici nell’antica Crotoniatide”.

-Giovedì 15 dicembre, Rossella Agostino, Direttore del Museo e Parco Archeologico Nazionale di Locri e Kaulon, interverrà sul tema “I Musei Archeologici di Locri e Kaulon per una valorizzazione del patrimonio territoriale”.

-Giovedì 29 dicembre, chiuderà questa prima serie di interventi, Adele Bonofiglio, Direttore dei Musei Archeologici Nazionali della Sibaritide e di Vibo Valentia, che parlerà di “Identità museali calabresi: il Museo Archeologico Nazionale di Vibo Valentia e il Museo Nazionale Archeologico della Sibaritide”.

Tre momenti di approfondimento, dunque, di importanti realtà museali della Calabria, ai quali altri ne seguiranno nei mesi successivi, a cadenza quindicinale, per ospitare i principali musei archeologici della nostra regione, sia del Polo Museale che della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di tutte le province, senza dimenticare il più importante tra tutti, il Museo Nazionale di Reggio Calabria. L’iniziativa, che ha vita autonoma, sarà comunque inserita in un calendario fitto di eventi che vede il Museo dei Brettii e degli Enotri in un ruolo di protagonista delle “Buone Feste Cosentine” – edizione 2016.

E’ un bookshop ‘speciale’ quello del Museo dei Brettii e degli Enotri, che sarà presentato ufficialmente martedì 29 novembre, alle ore 17.30, nella sede museale del complesso di Sant’Agostino.

Gestito dalla Cooperativa sociale “Dignità del Lavoro” – su finanziamento della Regione Calabria, realizza infatti una doppia funzione: è un servizio importante per i fruitori del museo ma, soprattutto, ha una forte valenza sociale. All’interno del bookshop infatti, si troveranno diverse linee di prodotti. Accanto ai testi pubblicati da case editrici specializzate, si potranno acquistare prodotti stampati (manifesti, quaderni, block notes, segnalibri, ecc.), che sono stati realizzati nell’ambito di un progetto di inclusione sociale che ha come destinatari ragazzi minorenni che hanno compiuto reati, per i quali l’attivazione di percorsi formativi ed educativi che li recuperino alla società spesso risulta più efficace della misura detentiva. Non è ancora completa, ma sarà presente con alcune produzioni, anche una terza linea di gadget: sono le stampe su tessuto, ispirate ad alcuni oggetti della collezione del Museo che dunque amplia la sua offerta ma, soprattutto, la personalizza grazie ad oggetti unici che faranno del bookshop un luogo fortemente identitario del Museo stesso.

Alla presentazione parteciperanno il sindaco, Mario Occhiuto; il presidente della Cooperativa sociale “Dignità del Lavoro”, Giovanni Serra; Giuseppina Introcaso, responsabile dell’Ufficio Servizi Sociali Minori di Cosenza del Ministero di Grazia e Giustizia; Miriam Ailello, per la Regione Calabria; il Direttore del Museo dei Brettii e degli Enotri, Marilena Cerzoso; Luca Scornaienchi, della cooperativa Cluster, che ha collaborato alla realizzazione di fumetti ed illustrazioni per alcuni dei prodotti editoriali realizzati dai giovani del progetto.

In occasione della presentazione del bookshop, e solo per il pomeriggio di martedì 29, si potrà visitare il Museo con ticket ridotto.

Data: 26 novembre 2016.

Fonte: Comune di Cosenza.

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com