Nasce l’Osservatorio Territorio Provinciale. Il sindaco di Malito, Carpino, coordinerà l’Assemblea

E’ STATO presentato nel primo pomeriggio di oggi (ieri, ndr) nel Salone degli Stemmi del Palazzo della Provincia, l’Osservatorio Territorio ProvincialeOrganismo di nuova istituzione di partecipazione dei Sindaci alle scelte amministrative della Provincia di Cosenza in relazione alle funzioni fondamentali della stessa, nella misura in cui impattano sui territori di competenza.

Ad aprire la conferenza stampa di presentazione (nella foto) il capo gabinetto dell’Ente, dott. Domenico Abramo, che ha evidenziato trattarsi di uno strumento sperimentale che dà alla Provincia la possibilità di essere più vicina al territorio. Abramo ha ricordato che il presidente ha sempre sostenuto, anche nel corso della campagna referendaria, il ruolo fondamentale della Provincia quale Ente di prossimità: «Le Province sono rimaste nella nostra Carta Fondamentale – ha concluso il Capo Gabinetto – e mantengono la tutela costituzionale, per cui possono continuare ad essere vicine al territorio fattivamente, perché è proprio questo il significato vero e profondo di “Ente di prossimità”».

A dare voce ai sindaci è stato il primo cittadino di Malito, Carmine Carpino, che è stato il promotore dell’Osservatorio – proposta che è stata condivisa dalla Presidenza della Provincia. Carpino ha parlato di un Organismo che, senza intralciare le competenze provinciali, ha una identità specifica nel ruolo di interlocuzione e intermedio dei sindaci: «un ruolo di supporto e di appoggio, che porterà a conoscenza della Provincia di Cosenza le necessità e i problemi più importanti dei territori in maniera cumulativa, superando l’individualismo territoriale che fino a oggi ha caratterizzato l’interlocuzione fra gli Enti».

L’incontro con la stampa è stato chiuso dal presidente Di Natale che ha preliminarmente annunciato un periodo intenso fino alla fine dell’anno, con una serie di iniziative che metteranno in risalto la rivoluzione culturale e amministrativa che sta avvenendo alla Provincia di Cosenza. Con riferimento all’OTP, il presidente ha parlato di «un organismo che ha come peculiarità il “fare” e non “l’avere”: la partecipazione all’OTP è difatti del tutto gratuita. L’Organismo, che sarà coordinato dal sindaco di Malito, sarà rappresentato da un Tavolo permanente, con i sindaci quali “sentinelle del territorio” che porteranno all’attenzione tutte le problematiche relative a viabilità, edilizia scolastica, ambiente, servizi sociali». Si tratta dunque di un Organo innovativo, del quale poche province sono dotate, che metterà i territori al centro dell’azione amministrativa, perché – ha concluso Di Natale – «vogliamo ripartire dall’Assemblea dei Sindaci, che ha visto una grande partecipazione con quasi il 62% di primi cittadini, per inaugurare un nuovo percorso».

Faranno parte di diritto dell’OTP: 1. Il presidente della Provincia di Cosenza; 2. un sindaco di un Comune ricadente nell’area del Tirreno Cosentino; 3. un sindaco di un Comune ricadente nell’area dello Jonio Cosentino; 4. un sindaco di un Comune ricadente nell’Area Urbana e del Savuto; 5. un sindaco di un Comune ricadente nell’area del Pollino; 6. un sindaco di un Comune ricadente nell’area della Sila Cosentina.

Data: 20 dicembre 2016.

Fonte: Provincia di Cosenza.

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com