Altilia, proroga del contratto per il personale ex Lsu-Lpu. Il sindaco De Rose: “precari verso sistemazione a tempo indeterminato”

LA GIUNTA Comunale ha approvato la delibera di Giunta per la proroga del contratto per l’anno 2017 dei Lsu. “Si tratta di un provvedimento importante – ha dichiarato il sindaco De Rose – per questi Lsu determinanti da 20 anni per i lavori degli Enti locali si avviano verso una sistemazione a tempo indeterminato”. Così recita l’accordo tra il Ministero e la Regione, per un Bacino dei lavoratori che sono impegnati da un lungo periodo in attività serie nei comuni Calabresi. “La Giunta da me guidata – ha ricordato De Rose – è stata una delle prime della Calabria a dare vita a progetti che ha offerto opportunità di lavoro a 23 unità lavorative. Parte di esse già stabilizzate, altre si sono trasferite in altri Enti. Per le restanti 6 unità, oggetto della proroga è stato sottoscritto il rinnovo del contratto per il terzo anno consecutivo ed è concreta una prospettiva di occupazione a tempo indeterminato nell’organico del nostro Comune”. Il problema del lavoro è stato un nostro costante impegno nell’azione amministrativa. Se si pensa alla costruzione di una residenza sanitaria che ha creato occupazione duratura; alle opportunità del centro commerciale, dove sono impegnati alcuni giovani ed altri saranno tenuti in considerazione, nel costruendo Ipermercato, e nell’ampliamento della struttura sanitaria di Villa Silvia. Così saranno tenuti in evidenza i disoccupati per il centro diurno e i giovani nei progetti avviati dalle cooperative sociali in partenariato con il Comune. “Si chiude un anno – ha dichiarato De Rose – positivo per opportunità di lavoro, e i progetti resi cantierabili ci fanno restare fiduciosi per il nuovo anno, per offrire ancora servizi alla Comunità e di conseguenza opportunità di lavoro”. Lavoro che resta un problema serio in ambito regionale e che altre istituzioni del Governo Centrale, della Regione Calabria, dovranno essere più attente, meno parolaie, più concrete a garantire coperture finanziarie per opportunità non sporadiche ma durature, con la prospettiva di evitare a tanti giovani di lasciare i nostri Comuni. L’Esecutivo comunale ha preso atto della sentenza della cassazione che consente al Comune di avere riaccreditato risorse economiche soppresse da parte del governo centrale, e inviato una nota al Ministero competente.

Data: 27 dicembre 2016.

Fonte: Comune di Altilia (Cosenza).

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com