Meteo in Calabria. In arrivo il “grande gelo della Befana”. Crollo termico, ecco dove nevicherà

LA NOSTRA regione sta per essere invasa da un’ondata di aria gelida di origine artico-continentale, intensa come poche volte nella sua storia.

Già nell’articolo di oggi pomeriggio avevamo accennato alla possibilità, che ormai possiamo dare quasi come certezza, dell’ingresso di isoterme davvero inusuali per il nostro territorio: alla superficie isobarica di 850 hPa (circa 1400 m slm), infatti, potremmo registrare valori di -13° e, in alcuni momenti, addirittura -14° sul cosentino! L’isoterma -10° (sempre a 1400 m slm), che, lo si ricorda, di rado sopraggiunge sulla Calabria, ora la interesserebbe completamente permanendo per quasi 48 ore!

Insomma un’ondata di aria gelida davvero importante e, come anticipato, inusuale: per trovare valori simili è necessario risalire addirittura al 14 gennaio 1968, cioè quasi a 50 anni fa! Per darvi un’idea dell’entità di tale freddo si precisa che tali valori saranno di circa 15°C SOTTO LA MEDIA!

Tutto questo provocherà un crollo termico a partire dalla notte a cavallo fra giovedì 5 e venerdì 6 gennaio, quando irromperanno sulla nostra regione venti moderati a tratti forti di tramontana. Molte località dell’entroterra, già a partire dai 200/300 m, potrebbero registrare, sabato 7, nel clou dell’ondata – un “giorno di ghiaccio” – ricordando che per “giorno di ghiaccio” si intende una giornata in cui, nell’arco di tutte le 24 ore, la temperatura non supera mai 0°.

Si attendono quindi, valori non molto frequenti per le nostre zone soprattutto per le aree di vetta, dove le temperature potrebbero scendere con facilità al di sotto dei -15° (QUINDICI GRADI SOTTOZERO)!! (Potrebbero cadere anche record storici, come i -16,2° di Montescuro (Sila) registrati a marzo 1952 e dicembre 1957).

Nelle località turistiche montane come Camigliatello (Sila cosentina), Lorica (Sila cosentina), Villaggio Palumbo (Sila crotonese), Villaggio Mancuso (Sila Piccola) e Gambarie (Aspromonte), anche in pieno giorno potrebbero registrarsi valori intorno ai -10° (DIECI GRADI SOTTOZERO)!

Ma anche più a valle molte località di pianura registreranno massime prossime allo zero!

Un’invito quindi alla prudenza per quanto riguarda la viabilità e per la sicurezza dei vostri impianti idro-termo-sanitari, soprattutto nelle località montane!

Ma ora passiamo al tema “caldo” – cioè: DOVE NEVICHERA’?

Premettendo che siamo ancora a 48/72 ore dall’evento, e che la previsione delle precipitazioni nevose è quanto di più difficile possa esistere nel campo meteorologico (soprattutto per quanto riguarda una regione dal territorio così orograficamente tormentato come la Calabria), iniziamo a tracciare un possibile scenario indicando le aree che potrebbero essere maggiormente interessate dalle precipitazioni nevose:

– Giovedì 5, sin dal mattino, si prevedono cieli molto nuvolosi ovunque con piogge sparse che assumeranno carattere nevoso, inizialmente, a quote alte. Dal pomeriggio, però, l’ingresso della tramontana affievolirà le precipitazioni (che gradualmente tenderanno ad essere confinate solo su Ionio cosentino, Pollino, Sila, Catena costiera, sul Reggino e Vibonese), ma abbasserà gradualmente la quota neve che, dal tardo pomeriggio, si attesterà intorno ai 3/400 m slm sul cosentino, con possibilità anche di qualche scenografica fioccata su Cosenza: impossibile al momento prevedere se tale fioccata riuscirà poi a imbiancare il capoluogo bruzio. Dalla tarda serata, inoltre, l’aria fredda irromperà anche sul resto della Calabria: sul reggino, in particolare, dove saranno ancora presenti precipitazioni, si prevedono quindi nevicate oltre i 4/500 m slm.

– Venerdì 6 ecco irrompere, come anticipato, i gelidi e secchi venti di tramontana che su gran parte del territorio regionale garantiranno una giornata, come ampiamente esposto in precedenza, freddissima (sensazione di freddo accentuata dal vento moderato/forte) con cieli limpidi e poco nuvolosi. Le uniche aree interessate da tempo instabile e precipitazioni dovrebbero essere quelle del Pollino, dell’alto Ionio cosentino, della Sila (soprattutto area Greca), del Reggino e in misura minore sul Vibonese: in queste zone potrebbero registrarsi nevicate con fioccate sin verso le coste!

– Per sabato 7, invece, si ipotizzano nevicate anche sul crotonese, ma per maggiori dettagli ovviamente rimandiamo ai nostri prossimi aggiornamenti.

Data: 04 gennaio 2017.

Fonte: meteoincalabria.it

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com