Epifania artica in Calabria, quasi -17° in Sila. -7° a Cosenza, – 8° a Rogliano. I dati delle province

COME AMPIAMENTE previsto, a dispetto di qualche scettico dell’ultim’ora, la notte tra venerdì e sabato è stata GELIDA su tutta la Calabria, con temperature che, in alcuni casi, hanno battuto record che resistevano da anni. In particolare spiccano i valori minimi di Monte Botte Donato a 1928 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) con -16,9° e di Monte Curcio a 1730 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) con -16,3°. In entrambi i casi si tratti di due nuovi RECORD: i precedenti risalgono al 23 e 24 gennaio 2004 per Botte Donato (quando si toccarono -15,6°) e al 9 dicembre 1991 per Monte Curcio (quando si toccarono i -15,2°).

Ricordiamo che il record assoluto ufficiale di freddo in Calabria, registrato falle stazioni del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL, appartiene a Lorica (Sila cosentina) ed è di -24,6° del 24 febbraio 1993, valore incredibile ma ottenuto, è bene dirlo, a causa di un fenomeno di inversione termica intensissimo, visto che in quota, quella notte, secondo le reanalisi CEP/ERA, v’erano -6° a 1450 m slm, quindi una isoterma del tutto normale e ben più alta di quella attuale.

Anche Cosenza (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) stanotte ha toccato il valore di -7,3° che rappresenta il valore più basso degli ultimi 70 anni (il record del capoluogo bruzio è stato registrato il 24 gennaio 1942 quando si toccarono -10°).

Altro record battuto quello di Rogliano (Cs) con -8,6° a fronte dei precedenti -8° registrati il 31 dicembre 2014. Così come San Pietro in Guarano (Cs) che ha registrato -7,3° battendo i -6,3° del 20 febbraio 1992 e Domanico (Cs) che ha parificato il record del 2001 con -8,9°.

Sfiorati anche i record di Vibo Valentia (-1,7° a fronte del record di -2° del 24 gennaio 2004) e di Cardeto (Rc) con -8,4° a un passo dal record del 17 febbraio 2008 di -9°.

Di seguito un elenco delle temperature minime della notte appena trascorsa (7 gennaio 2017) suddiviso per province. Ovviamente i valori più bassi, quasi record, si sono toccati soprattutto nella provincia di Cosenza, in quei territori, cioè, dove la notte appena trascorsa ha goduto di cieli sereni e debole ventilazione, condizioni ideali per un ulteriore abbassamento delle minime.

Nota: i dati delle stazioni Arpacal sono forniti da questo ente a cadenza oraria. Pertanto i dati ufficiali che verranno pubblicati domani, potrebbero essere ancora più freddi di qualche decimo di grado.

Provincia di Cosenza.

-Cosenza 240 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -7,3°

-Rende EST 181 m slm (stazione della nostra rete) -7,5°

-Domanico 736 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -8,9°

-San Pietro in Guarano 660 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -7,3°

-Rogliano a 667 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -8,6°

-Mormanno a 812 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -10,5°

-Paola a 160 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -2,2°

-Corigliano Calabro a 219 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -2,7°

-Amantea a 400 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -4,4°

-Botte Donato (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -16,9°

-Monte Curcio (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -16,3°

-Lorica a 1320 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -12,5°

-Camigliatello a 1370 m slm (stazione della nostra rete) -13,1°

-Cecita a 1180 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -10,6°

Provincia di Crotone.

-Crotone a 5 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) +0,9°

-Cirò Marina a 9 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) +1,5°

-Savelli paese a 969 m slm (stazione consultabile sulla nostra rete) -7,6°

-Savelli – Parco Astronomico Lilio a 1167 m slm (stazione consultabile sulla nostra rete) -10,1°

Provincia di Catanzaro.

-Catanzaro a 334 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -3,2°

-Lamezia Terme (stazione dell’A.M.) -3°

-Girifalco a 482 m slm (stazione consultabile sulla nostra rete) -2,7°

-Soverato a 13 m slm (stazione consultabile sulla nostra rete) +1,6°

-Taverna Ciricilla a 1270 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -12,8°

Provincia di Vibo Valentia.

-Vibo Valentia a 498 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -1,7°

-Tropea a 59 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) +2,2°

-Serra San Bruno a 799 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -6,5°

Provincia di Reggio Calabria.

-Reggio Calabria a 15 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) +2,3°

-Brancaleone a 20 m slm (stazione consultabile sulla nostra rete) +0,2°

-Cittanova a 404 m slm (stazione consultabile sulla nostra rete) -3°

-Gioiosa Ionica a 149 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -1,4°

-Roccaforte del Greco a 864 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -6,4°

-Cardeto a 670 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -8,4°

-Gambarie d’Aspromonte a 1300 m slm (stazione del Centro Funzionale Multirischi dell’ARPACAL) -7,3°.

Data: 07 gennaio 2017.

Fonte: meteoincalabria.it

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com