Rogliano, il Consiglio approva il Dup ma i conti del Comune sono in rosso. Parla l’assessore Bernaudo, critiche le opposizioni

IL CONSESSO roglianese (nella foto) ha dato il via libera al Documento Unico di Programmazione al termine della discussione sullo stato delle finanze dell’Ente in rapporto al Bilancio di Previsione che sarà votato nelle prossime settimane. Approvato a maggioranza, il Dup contiene le linee programmatiche che la nuova Amministrazione comunale ha deciso di delineare alla luce delle difficoltà economiche sopraggiunte con la diminuzione dei trasferimenti statali, il mancato incasso di crediti e, soprattutto, con la sentenza del Consiglio di Stato che ha annullato oneri non ricognitori per un ammontare di circa 500.000 euro. L’obiettivo è quello di risanare un Bilancio che ad oggi presenta un deficit strutturale di oltre 800.000 euro. Una scelta, quella della Giunta guidata dal sindaco Giovanni Altomare, basata sulla “realtà dei fatti” e “finalizzata alla trasparenza”. “Solo in questo modo – ha spiegato l’assessore al Bilancio, Francesco Bernaudo – assumendoci le nostre responsabilità e parlando chiaro ai cittadini, siamo nelle condizioni di identificare (e praticare) un percorso che nel giro di qualche anno dovrebbe portare al risanamento dei conti”. Il programma è stato stilato analizzando i dati dello strumento contabile (per il 90% rappresentati da spese fisse) mediante ricorso a consulenza di società esterna specializzata. Il recupero dello squilibrio avverrà con l’aumento di tasse, l’accertamento dei crediti e l’accesso al cosiddetto Fondo di Rotazione. Una operazione più o meno lunga che presuppone sacrifici immediati, che dovrà evitare il dissesto e riportare il Bilancio in pareggio. “Affrontiamo la situazione con fiducia e determinazione anche rispetto agli impegni già presi. L’aumento dei tributi (attualmente tra i più bassi in Calabria) non sarà per colpa dei cittadini ma di una condizione debitoria che deve essere necessariamente gestita e risolta. L’Amministrazione comunale di Rogliano – ha concluso Bernaudo – proseguirà la sua azione onorando gli impegni già assunti nell’interesse della Comunità e del territorio”. Rispetto alla questione il gruppo di opposizione consiliare <Esserci per Fare> ha espresso critiche all’indirizzo dell’Amministrazione comunale. “Si è persa la buona occasione di cominciare a parlare di Bilancio sociale, la buona occasione di parlare di Bilancio partecipato. Un atto progettuale – ha spiegato Cristina Guzzo – che si è tradotto in un unico progetto: aumentare le tasse!”. Polemico pure l’altro gruppo di minoranza <Un’Altra Rogliano>. <Esserci per Fare> nelle scorse ore ha chiesto l’istituzione di una commissione consiliare temporanea (e speciale) per la razionalizzazione della spesa. In una lettera inviata al sindaco Giovanni Altomare e al presidente del Civico consesso, Salvatore Spadafora, Cristina Guzzo ha sottolineato la necessità di una verifica dello stato generale delle spese della struttura municipale e la pianificazione di una eventuale ottimizzazione delle risorse “anche al fine di scongiurare l’innalzamento del carico fiscale”. Tra le altre cose, ricordiamo, nel corso dell’ultima Assise sono stati eletti i componenti delle commissioni per la modifica dello Statuto e delle Politiche istituzionali. Della prima sono stati chiamati a far parte Salvatore Spadafora, Fernando Sicilia, Morena Salvino (maggioranza), Mario Buffone e Cristina Guzzo (minoranza). Della seconda, Franco Bernaudo, Fernando Sicilia, Morena Salvino (maggioranza), Giuliana Giuliani e Cristina Guzzo (minoranza).

Gaspare Stumpo

Data: 07 gennaio 2017.

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com