Valle del Savuto, clima artico e danni in molte Comunità. Freddo record, prima il gelo e poi la neve

IL FREDDO record di questi giorni non ha risparmiato il Savuto. Un contesto climatico che a Rogliano e dintorni (nelle foto e nel video) non si ricordava da tempo a causa del gelo determinato dalle basse temperature. I quasi -9° del centro urbano hanno costretto in casa i cittadini, ma fortunatamente non hanno condizionato il comparto della viabilità urbana ed extraurbana vulnerabile, durante la stagione invernale, per la presenza di zone di asfalto viscide e spesso ghiacciate. Tuttavia, l’eccezionalità del fenomeno ha provocato rotture alle tubazioni dell’acqua potabile e guasti alle caldaie, con problemi piuttosto seri sia nelle strutture private che in quelle pubbliche. Situazioni di difficoltà sono state riscontrate nelle località di campagna e nelle frazioni montane, dove il “clima artico” ha messo in ginocchio le attività di agricoltori, allevatori e imprenditori dell’agroalimentare. L’Amministrazione comunale di Rogliano, oltre alla predisposizione di misure precauzionali e di una task-force in caso di neve, ha ordinato l’apertura del sistema di riscaldamento nelle scuole nei giorni che hanno preceduto la ripresa delle lezioni. Operazione, quest’ultima, che non è riuscita nella vicina Parenti. Nel centro dell’alto Savuto, infatti, gli istituti scolastici sono rimasti chiusi per il blocco degli impianti di riscaldamento determinato da una condizione termica che ha superato addirittura i 10° sotto lo zero.

Gaspare Stumpo

Data: 13 gennaio 2017.

Fonte: ‘Cronache delle Calabrie’.

Le immagini di alcuni quartieri del centro storico di Rogliano dopo l’ultima nevicata

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com