Bianchi, un tuffo nel passato con il “Lancio del formaggio”. Iniziativa promossa in occasione del Carnevale 2017

UN TUFFO nel passato con “Il lancio do Càsu (formaggio). Un pomeriggio all’insegna della spensieratezza ed allegria con uno dei divertimenti d’infanzia degli anni ’60-’70, quando semplici giochi erano la felicità di grandi e piccini. Ripescato nella memoria della fanciullezza, un gruppo di amici biancari, ogni anno nel periodo di Carnevale, mette da parte per qualche ora gli strumenti tecnologici e riscopre il fascino e la genuinità del “lancio do càsu”. Divertimento di una generazione che va purtroppo scomparendo e con loro va via un pezzo di storia. Un pomeriggio all’aria aperta, lungo il selciato della strada a far rotolare il formaggio per rivivere emozioni accantonate nel tempo. Teatro dell’evento, via Provinciale delle Frazioni (a Bianchi, ndr), che ha attirato la curiosità di ragazzini e risvegliato in molti anziani uno dei passatempi della loro gioventù. Un gioco dove i partecipanti devono dimostrare bravura, forza e scaltrezza. Per iniziare è’ necessario fornirsi innanzitutto di una forma di formaggio ben stagionato, di un chilogrammo circa, un laccio resistente di un metro circa e formare due squadre di concorrenti. Vince chi a parità di lanci supera l’avversario. La gara è sorvegliata da un giudice ed è buona norma premunirsi di una forma di formaggio di riserva, perché succedere, che dopo numerosi lanci la forma si sgretola e perda pezzi. Al termine, le due squadre festeggiano da buoni amici e mangiano il formaggio accompagnato con buon bicchiere di vino.

Pasquale Taverna

Data: 01 marzo 2017.

Commenti

Ti potrebbero interessare...

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com