Rogliano, il sindaco contro le opposizioni: “basta con le provocazioni, mi recherò dal Prefetto”

“UN AVVERSARIO si sconfigge politicamente e non nelle aule di tribunale”. Ha usato parole forti per difendere il suo operato, la continuità amministrativa e replicare alle contestazioni mosse dalle opposizioni. Il sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, si è detto “amareggiato per l’atteggiamento della componente di minoranza in un momento particolare per la vita della Comunità”. “Questa Amministrazione ha il torto di aver vinto le elezioni ricevendo la piena fiducia dei cittadini. Riferirò presto al Prefetto, basta con le provocazioni, non consentiamo a nessuno – ha detto Altomare – di infangare un gruppo di persone che sta lavorando concretamente, con umiltà e in silenzio, per risanare il Bilancio e fornire servizi efficienti e moderni al paese. Chiediamo confronto, collaborazione e meno demagogia”. Il sindaco ha concluso la serie di interventi che hanno caratterizzato la conferenza stampa (nella foto) promossa nelle scorse ore per illustrare i risultati del primo semestre di governo, a partire dalle decisioni relative al piano di riequilibrio finanziario che prevede l’adeguamento delle tasse, la riduzione dei costi e il recupero dei crediti. Un percorso obbligato, annunciato con la presentazione del Documento Unico di Programmazione (Dup), conseguenza del taglio di risorse statali (960 mila euro in due anni), l’effetto di una sentenza del Consiglio di Stato sui cosiddetti oneri non ricognitori (500 mila euro) ed ulteriori mancate entrate che hanno inciso sullo squilibrio. “Il Comune di Rogliano non è nelle condizioni di dissesto. Abbiamo deciso di agire assumendoci la piena responsabilità delle scelte. Lo abbiamo fatto con coraggio, determinazione e nell’interesse dei roglianesi, convinti – ha spiegato il primo cittadino – che amministrare è una cosa, fare polemica è un’altra”. Al dibattito hanno partecipato (e sono intervenuti) i delegati al Bilancio e alla Cultura, Francesco Bernaudo e Antonio Simarco, gli assessori alla Tutela del territorio, Francesco Altomare, ai Lavori pubblici, Teresa Cicirelli, e ai Servizi, Antonietta Russo. Tra le altre cose sono stati illustrati i programmi relativi a ciclo dei rifiuti, depurazione (c’è stata una ispezione dei Carabinieri del Noe) e protezione civile ma anche quelli su viabilità, edilizia scolastica e politiche sociali. In particolare è stato posto l’accento sulla riapertura dello sportello postale presso la frazione Saliano, l’avvio del Contratto di Fiume e la sottoscrizione dell’accordo di programma Mibact circa il progetto di rete museale che coinvolge cinque territori della provincia di Cosenza e include Rogliano.

Gaspare Stumpo

Data: 09 marzo 2017.

Fonte: ‘Cronache delle Calabrie’.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com