Cosenza, al via l’edizione 2017 della ‘Fiera di San Giuseppe’. Cinquecento espositori animeranno l’avvenimento

COSENZA si appresta ad accogliere l’edizione 2017 della Fiera di San Giuseppe. Saranno circa 500 gli espositori che animeranno l’edizione di quest’anno della Fiera .

I primi espositori a sistemarsi negli spazi fieristici saranno i venditori di vimini (in via Cesare Baccelli) quelli di terracotte e ceramiche artistiche (nell’area dell’ex stazione ferroviaria), degli alberi da frutto (nel primo tratto di via Lungo Crati De Seta), di piante e fiori in vaso (all’interno delle aiuole di viale Mancini dopo la sopraelevata).

Da mercoledì 15 marzo la Fiera di San Giuseppe entrerà nel vivo e ai primi espositori si aggiungeranno, fino a domenica 19 marzo (giornata conclusiva) i venditori di merce varia, come abbigliamento, prodotti alimentari, articoli di bigiotteria e articoli etnici, dislocati su viale Mancini dove troveranno collocazione anche i venditori di lampadari. I venditori di piatti si sistemeranno, invece, su via Sertorio Quattromani.

Alle associazioni di volontariato no profit che operano sul territorio è stato assegnato lo spazio antistante il piazzale del centro commerciale “I Due Fiumi” – dove resteranno dal 15 al 19 Marzo.

Gli espositori assegnatari di posteggio provengono da tutte le regioni d’Italia con una particolare prevalenza per i venditori provenienti, oltre che dalla Calabria, da Sicilia, Puglia, Campania e Veneto. Nutrita, come sempre, la rappresentanza di quegli espositori che arrivano dall’estero (Senegal, Bangladesh, Marocco, Perù, Ecuador, ecc.).

La Fiera di San Giuseppe resta uno dei momenti più attesi dalla comunità cosentina. Evento plurisecolare dalla forte matrice identitaria, venne istituita nel 1234 da Federico II° di Svevia. A quel tempo era denominata Fiera della Maddalena ed era una delle sette fiere che l’imperatore istituì nel Meridione per agevolare gli scambi commerciali proprio in quelle terre del Sud che si affacciavano verso l’Oriente.

L’Amministrazione comunale, attraverso l’assessore alla crescita economica urbana e alle attività economiche e produttive Loredana Pastore, ha organizzato, accanto alla parte più propriamente espositiva, una serie di attività collaterali, ricomprese sotto il titolo “Degustando la Fiera” – in programma dal 17 al 19 marzo nell’area del Caffè Letterario di Piazza Matteotti.

“Si tratta – sottolinea l’Assessore Loredana Pastore – di una serie di attività volte ad aprire una finestra importante sull’enogastronomia del nostro territorio e sulle nostre tradizioni culinarie che qualificano un evento così importante come la Fiera di San Giuseppe”. Con questo obiettivo – “Degustando la Fiera” prevede momenti dedicati allo showcooking con laboratori sulla cucina tradizionale, rivisitazioni di antiche ricette e persino una scuola di pizza, laboratori tematici, come quelli di cucina povera o sulla pasta fatta in casa e sui dolci tipici della tradizione calabrese, come i mostaccioli, vero e proprio tratto distintivo della Fiera di San Giuseppe.Su “Enogastronomia, territorio e sviluppo locale” sabato 18 marzo alle ore 10,00 è previsto un incontro-dibattito che sarà concluso dalla esposizione e degustazione di prodotti tipici a cura di alcune aziende partner.

Anche quest’anno la Fiera di San Giuseppe riserverà un’attenzione particolare per i bambini con la riproposizione di “BIMBINFIERA” – una serie di attività ludico-didattiche pensate proprio per i fruitori più piccoli della manifestazione fieristica. Dal 17 al 19 marzo, sempre nell’area interna del Caffè Letterario, ci saranno lezioni e laboratori di cucina per bambini, un laboratorio di cake design e uno per la realizzazione di pasta fatta in casa secondo le ricette tradizionali. Funzionerà finanche un ristorante per i genitori. A tutti i bambini partecipanti sarà donato un cappellino e un grembiulino da chef. Dalle 10,00 alle 14,00 di tutti i giorni sarà attivo, inoltre, un intrattenimento musicale per bambini con marionette, cantastorie e pagliacci.

Tutti i giorni della Fiera funzioneranno, inoltre, sempre nell’area del Caffè Letterario, laboratori artigianali sui mestieri e laboratori di formazione, a cura di liutai, artigiani ed artisti del “riuso”, con incontri e talk sull’arte degli antichi mestieri. Le attività collaterali della Fiera saranno, infine, arricchite da intrattenimenti musicali itineranti con musica popolare, balli e canti della tradizione calabrese.

Data: 13 marzo 2017.

Fonte: Comune di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com