Fiera di S. Giuseppe, vigili urbani sequestrano animali acquatici in stato di sofferenza e ritrovano la mamma a una bimba che si era persa

IL NUCLEO Decoro Urbano della Polizia municipale, capitanato dall’ispettore Luca Tavernise, seguendo le direttive del comandante Giovanni De Rose e in applicazione dell’ordinanza del sindaco Mario Occhiuto in materia di vendita di animali, ha effettuato un sequestro a un commerciante itinerante di nazionalità marocchina perché alla Fiera di San Giuseppe deteneva degli animali acquatici in palese stato sofferente: 70 pesci rossi erano infatti tenuti in un bidone di plastica bianco cilindrico del diametro di 30 centimetri contenente acqua per un’altezza di 15 centimetri. Dieci tartarughe acquatiche erano racchiuse in una bustina di nylon contenente pochissima acqua e stretta da un nodo senza possibilità di ricambio di ossigeno. Svolti gli accertamenti del caso, con l’ausilio della struttura veterinaria, il commerciante è stato denunciato all’autorità giudiziaria presso la Procura della Repubblica dopo essere stato obbligato a smontare l’intera postazione e ad abbandonare la fiera così come previsto dalle normative del settore.

Si tratta dell’unico intervento di rilievo da registrare al momento in fatto di maltrattamento di animali.

Sempre il Nucleo del Decoro Urbano, composto dagli agenti Lina Lucanto, Vincenzo Arlotta, Francesco Zangari e Michele Arena, ha provveduto a riportare dalla sua mamma, che si trovava a un chilometro di distanza, una bambina che si era persa e che piangeva smarrita.

Data: 16 marzo 2017.

Fonte: Comune di Cosenza.

Commenti
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com